lunedì 4 aprile 2011

Caparezza - Il Sogno Eretico (Recensione)

Una capatina al concerto di Caparezza ce la farei molto volentieri, ma solo per insultarlo pubblicamente.
Dal mio punto di vista è uno dei musicisti da eliminare dal panorama "musicale" nostrano. Il perché? È uscito da circa un mese il suo nuovo disco, ed io sinceramente mi sono già rotto le scatole di vedere gente riempire le bacheche di social network osannandolo come un Dio. Ma non voglio perdere altro tempo, prendiamo subito in esame "
Chi Se Ne Frega Della Musica", un brano a dir poco scandaloso, che fa "E chi se ne frega della musica, di tutti questi libri sulla musica, di tutte le interviste, di tutte le riviste, di tutti gli arrivisti, gli arrivisti, gli arrivisti". Scusatemi un attimo, ma voi sapete quanto prende per un concerto questo qui?
Beh, prende suppergiù 30.000 euro. Infatti poi il testo di quella merda di canzone continua "si ma chi se ne frega della musica, ora che tutti parlano di musica, di tutti i mercenari della musica". Capito il "musicista"? Ma parliamo di musica, avete mai sentito cantare
Mangoni degli Elio E Le Storie Tese? Sembra quasi che Caparezza abbia preso il suo stile, lo so sto offendendo il povero Mangoni, mi dispiace. La musica che troviamo in questo sogno eretico è un mix di tutta l'immondizia che uno come me non vorrebbe mai ascoltare, ma è rielaborata abbastanza bene da poter esclamare "minchia però questa musica è figa in fin dei conti", poi ci inserisce per benino, dei testi anti-complotto, pro-complotto, filo-complotto, a favore di quello a sfavore di quell'altro ed il gioco è fatto, Caparezza è una star, ma che dico lui è il nuovo messia, tutti gli eretici lo venerano a dovere. Se provi a dire A lo sai che ti succede? Un putiferio perché Caparezza non si tocca mica sai? Lui ha scritto brani come "Vieni a ballare in Puglia". Poi non voglio mettere bocca sulle collaborazioni in questo disco, Alborosie, Tony Hadley (Spandau Ballet) e non voglio dilungarmi ancora sui testi, che reputo molto ingengosi e importanti, ma quello su cui mi voglio soffermare maggiormente è sulla musica nel suo complesso.
Ascoltare per intero questo disco di Caparezza è un suicidio psicologico. Appena si arriva alla settima traccia ad esempio "Goodbye Malinconia" personalmente mi sento talmente triste da voler smetter di parlare di musica ed andarmene in campagna e non sentire più niente e nessuno. Perché questa è musica studiata per riattirare/riattivare quei nostalgici degli anni 80, e diciamolocelo sfacciatamente, proprio gli anni in cui la musica ha toccato il fondo, con tutte quelle band Pop da classifica con sostanza zero. Ma alla fine ci ho messo bocca, non ce l'ho fatta. Già da "La Marchetta di Popolino", inizia ad essere troppo per me, non ci son bastati gli Articolo 31? a fare dei motivetti che ti riempivano la testa di ritornelli che si canticchiavano ovunque, controvoglia, come un cretino, tipo: "l'italiano medio". Finiti gli Articolo 31 oggi c'è Caparezza.

Label: Universal
Voto: ◆◇◇◇◇




Ps,
questo qui è un mio parere, scritto su di un blog. Quindi siamo lieti nel ricevere commenti, ma vi chiediamo di farlo rispettando il mio punto di vista.
Addio!

105 comments:

Anonimo ha detto...

Prendo le polemiche di caparezza molto spesso come fini a sè stesse, visto che si contraddice spesso e volentieri. Però l'album mi piace. Di più, GLI album di caparezza mi piacciono. E con gli anni 80, che condivido essere il medioevo musicale, mi sembra non c'azzecchi una mazza.

Ficky

Giovanni Amoroso ha detto...

Ciao Ficky,

Come non c'entra una mazza? Mi riferivo al brano con Tony Hadley, mi pare che questo musicista sia stato famosissimo negli anni 80 o mi sbaglio?

Anonimo ha detto...

Una recensione senza nessun nesso logico/musicale, motivata da due miseri appigli:
-il classico ragionamento che l'artista non deve guadagnare ciò che gli spetta perchè altrimenti è un venduto (conosci personalmente Caparezza? Come sai i suoi compensi?);
-l'attacco, immotivato visto che non si capisce come una collaborazione possa imprimere lo stile ad un artista particolarissimo come Caparezza, alla musica degli anni '80, che non piace nemmeno a me nella maggior parte dei casi, ma non trovo sensato l'accostamento al cantante pugliese.
Detto questo ho la sensazione che come spesso accade, il tuo parere sia pregiudiziale nei confronti degli artisti che hanno riscontro commerciale.
Cesare

Anonimo ha detto...

non meriti alcun commento...non mi trovi d'accordo neanche nel mondo dei sogni, dico solo una cosa, un cantante o una canzone possono piacere o meno, questione di gusti, ma tu cavolo sei per pensare che il tuo pensiero così, scellerato, infondato, stupido e ignorante possa interessare a qualcuno?
avresti solo da imparare da un artista come caparezza che non fa solo musica, ma saresti una persona migliore e quindi non ti è concesso...vado a riascoltarmi questo album...e speriamo che di questi albm anni 80 ne faccia a iosa...
Bye Bye Frustrato

Michele Montagano ha detto...

"Non meriti alcun commento...ma tu cavolo sei per pensare che il tuo pensiero così, scellerato, infondato, stupido e ignorante possa interessare a qualcuno?" evidentemente interessa a te che commenti...

Giovanni Amoroso ha detto...

ahahah ma quanto mi diverto ad attirare gente su questo portale?
No non lo conosco personalmente Caparezza, ma conosco i suoi manager e promoter, penso che bastino per sapere quanto prenda nei concerti.

Ma voi lo conoscete Mikimix? http://www.youtube.com/watch?v=9a8aC1M89PE Secondo me vi piacerà visto che siete abituati ad ascoltare lo gne gne gne...
Da Caparezza ho imparato solo a non tagliarmi i capelli per tanto tempo, perché senza di essi non sarei nessuno.

@Cesare ma quale pregiudizio? Leggiti la mia recensione su Vinicio Capossela: http://stordisco.blogspot.com/2011/04/vinicio-capossela-la-nave-sta-arrivando.html

Lui si che è un vero artista, che nonostante sia commerciale, riconosco la sua innata bravura.

Bye Bye Urtato

Anonimo ha detto...

Siamo abituati ad ascoltare lo gne gne? Allora secondo te i Radiohead, gli Okkervil River, gli elp sono "gne gne"? No perchè sappi che sono solo alcuni dei miei artisti preferiti.
E poi vorrei capire il concetto di "commerciale" visto che ogni cd messo in vendita è un prodotto commerciale che frutta denaro.
Da quando in qua le recensioni si fanno in base a cioè che l'artista guadagna? Cazzo allora i Pink Floyd dei tempi d'oro erano davvero delle merde!
L'artista non ha convenzioni etiche. (Wilde)
Cesare.

Giovanni Amoroso ha detto...

hahah stai parlando con la persona sbagliata misà. AHahah scusa se ho offeso i tuoi gusti musicali, non volevo. Ok io di musica non c'ho capito niente. È ora e tempo che mi ritiro in campagna.

Lo sai da quando si fanno recensioni di questo tipo? L'ho scritto e lo ripeto, da quando uno come lui scrive un pezzo come "Chi se ne frega della musica". Le recensioni sono anche questo Cesare.

I Pink Floyd dei tempi d'ora ok, quelli di bronzo sono da scacare... A me questo album di Caparezza mi ha fatto straschifo, mo che vogliamo fare? A te è piaciuto? Apriti un blog e scrivi perché ti è piaciuto, e citaci come imbecilli che non capiamo niente.
Ciao da Mikimax

Michele Montagano ha detto...

Ma perchè si passa da Cacarezza a redioed a occhervil river a pinc floid ? Comunque visto che siamo in tema e avete rimesso in ballo veccghi rancori...a scanso di equivoci a distanza di due mesi ching ov limbs a me fa ancora cagare a spruzzo...andate anche su Kalporz web zine e vedrete che le conclusioni finali su quell'album sono molto simili alle mie con l'unica differenza che io le feci uscire molto prima senza tante paranoie...

Anonimo ha detto...

Però basta eh! Torniamo a parlare di mikimax per favore se rosicate ancora per i redioed andate a commentare lì. Grazie

Anonimo ha detto...

Ma guarda che non mi sento assolutamente offeso, figurati. Ovviamente hai impostato la tua replica sull'ironia(poco fine), ma non hai risposto alla mia domanda sulla tua concezione di "commerciale". E' ovvio che le recensioni posso essere negative, chi lo mette in dubbio! Contesto il fatto che in questo caso non è motivata da validi argomenti; per intenderci: se tu ritieni che il cd sia poco meritevole devi darmi dei validi motivi per giustificare il tuo giudizio, cosa che non hai fatto.
Per Montagano: cavolo! Tu hai detto le stesse cose che dicono su Kalporz Web! E le hai dette anche prima! Beato te! Sei proprio avanti!
Cesare.

aNz ha detto...

Boh io giravo su questo blog perché conosco uno dei recensori e sono un affezionato di Yo[U-Turn]. Non metto in dubbio la tua ottima cultura musicale ma se un artista non ti piace non recensirlo <.< a che pro? Questa più che recensione la chiamerei "illazioni personali ad un artista che mi sta abbondantemente sul cazzo"

"La recensione è un breve testo valutativo e interpretativo di un'opera letteraria, scientifica, artistica, come film, opere teatrali e musicali, di cui analizza gli aspetti contenutistici ed estetici. È scritta in terza persona e non eccede né in difetti né in pregi. Una recensione è costituita dai seguenti elementi: - elementi informativi (trama senza svelare il finale) - elementi interpretativi (analisi delle tematiche trattate) - elementi valutativi (valutare l'opera recensita)." [Cit. Wikipedia]

Giovanni Amoroso ha detto...

Ciao Andrea di Egidio, a che pro? Mah per divertimento per sentir parlare gente che ha sempre qualcosa da dire su i pensieri altrui. A me non piace citare wikipedia, ma visto che a te wikipedia piace lo faccio anch'io: "Blog di attualità - Molti giornalisti utilizzano i blog per dare voce alle proprie opinioni su argomenti d'attualità o fatti di cronaca o, più semplicemente, per esprimere la propria opinione su questioni che non trovano quotidianamente spazio fra le pagine dei giornali per i quali scrivono. Altre persone utilizzano il blog per commentare notizie lette su giornali o siti internet". cit wikipedia.

Ho voluto mettere a finaco del titolo dell'opera la dicitura (recensione) per attirare "fessi". Sai com'è nessuno ci fa pubblicità e ce la dobbiamo fare in qualche modo da soli. Ci ho messo 20 minuti per scrivere questa "recensione".

@Caro Cesare, non mi andava di farlo, perché non mi abbasso a gistificare il mio disprezzo verso un artista che non mi piace, perché finchè lo faccio su di un blog nessuno mi vieta di essere libero di dire e fare come mi pare. OK? Poi se vuoi che dia un giudizio preciso, pagami e ti ci scrivo un romanzo. Sai com'è non ancora faccio di professione questo mestiere quindi non mi va di essere profressionale, altrimenti quando lo diventerò non si noterà la differenza...

Però Cesare tra poco ti citerò nella prossima recensione che sto facendo. Questo album mi piace, vediamo se ti riuscirò a convincere.

aNz ha detto...

Uhm allora basterebbe non spacciare un blog come una webzine di recensioni musicali, però se a te piace spacciarlo per altro fa nulla : P un dominio .it costerebbe poco all'anno per le tasche di tutti i recensori di questo blog.

A me piace Caparezza, sono andato anche ai suoi live e di certo non leggo questa "recensione" come una sorta di offesa verso i miei gusti musicali, anche io come Cesare ascolto molti dei gruppi di cui parlate su questo "blog", parlo solo di una assenza di professionalità nella tua critica.
Poi siete liberissimi di fare ciò che volete anche se dovreste stare attenti su come vi relazionate con gli utenti tramite i vostri giudizi.

Se cercate di guadagnare visibilità questo è il modo sbagliato, allontanate solo i possibili utenti.

Giovanni Amoroso ha detto...

Ma guarda Andrea, secondo me tu dai troppo peso ai termini webzine - recensione. Io me ne frego di come si scrive una recensione. Se leggi sui giornali di quello che a parole non sei riuscito a spiegare, del contetto di recensione (ed hai dovuto citare wikipedia, la rovina del sapere personale), leggiti qualche giornale cartaceo che parla di musica, vedi se loro rispettano quel concetto lì. Chi l'ha detto che una recensione va scritta così, o che una webzine debba seguire determinati modus operandi?
Io faccio così per necessità (adesso).
Poi Lester Bangs che ti credi che scriveva nelle sue "recensioni"? Si lui era un tantino più professionale, grazie al cazzo, veniva pagato per parlare della sua passione.
Non è un modo sbagliato te l'assicuro, mi hanno perfino mandato un sms: "Troppo bella la recensione di capa"...
Ci sono persone che condividono a pieno ciò che ho scritto e che si sono rotti il cazzo di leggere sempre le stesse cazzate, con leccate di culo a dir poco sensazionali.

Anonimo ha detto...

"perché non mi abbasso a giustificare il mio disprezzo verso un artista che non mi piace", ecco, confermata la mia accusa di atteggiamento pregiudiziale. Ti ho per caso negato la libertà di scrivere? Chi sono per farlo?
Se volevi essere davvero convincente nello sparare a zero sul cd di Caparezza dovevi, a mio avviso, scrivere in maniera più accattivante, cercando dei veri motivi e non semplici imitazioni di giustificazioni; mi ricordi tanto una scena del Cyrano de Bergerac, dove Cyrano elenca le possibili offese sul suo naso a seguito di una sterile battutina fatta da uno dei suoi "nemici".
Cesare.

aNz ha detto...

In tal caso io sto a non saper esprimere un concetto come te stai a scrivere una recensione xD Ma blog tuo fatti tuoi.
I soli commenti di questo post fa capire quanto sia frequentato, professionale e dalla parte della musica che piace solo a voi.
E' una battaglia persa e mi ritiro

Giovanni Amoroso ha detto...

@Cesare essere davvero convincente significa che devo come minimo ascoltarmi l'album 5 volte. Non lo farò mai per uno come lui, mi basta un ascolto, però per distruggerlo da un punto di vista, cioè quello del suo esser considerato un grande. Dal punto di vista prettamente musicale gli ultimi 3 dischi sono tutti uguali... Io come tanti altri, ci siamo un pò scocciati di sentir parlare di questo qui.
Non ho voluto ascoltare 5 volte questo schifo per ovvie ragioni, dedico 4 ascolti a band che se lo meritano molto di più. Ho voluto solo citare i tre pezzi che mi hanno fatto venire il sangue al cervello, perché veramente sono di una bassezza unica. Non ho voluto fargli più di tanto pubblicità, tant'è che ho insertito un video degli Eelst.

"Io tocco i miei nemici col naso e con la spada,
ma in questa vita oggi non trovo più la strada.
Non voglio rassegnarmi ad essere cattivo,
tu sola puoi salvarmi, tu sola e te lo scrivo:
dev' esserci, lo sento, in terra o in cielo un posto
dove non soffriremo e tutto sarà giusto." Cirano - Francesco Guccini

@aNz vai vai a leggerti ROCKIT lì sono più professionali.
ciao ciao

Anonimo ha detto...

Bene, credo che la tua ultima risposta abbia confermato tutto quello che pensavo. Critica sterile, bassa e inconsistente.
Non colgo la citazione del testo di Guccini, se puoi e vuoi illuminami.
Cesare.

Anonimo ha detto...

AHAHAHHAHAHAH Charles Win

Anonimo ha detto...

Allora voi che dite che ascoltate la stessa musica di questo blog, se cercate tra i vecchi post troverete la stroncatura di un "artista" pompatissimo da zine e riviste cartacee: James Blake. Se aveste commentato quel post anche in modo offensivo avreste avuto il mio totale rispetto...ma invece no. In Italia non si ammette che si ascolta solo ciò che passa in radio e su emtivì...e si commenta caparezza. Non c'è bisogno di avere una grande cultura o di tirarsela e menate varie, basta prestare attenzione, essere obiettivi e non fare le pecorelle del gregge...
Vostro
Cazzetti Marcello

Giovanni Amoroso ha detto...

"Venite pure avanti poeti sgangherati, inutili cantanti di giorni sciagurati, buffoni che campate di versi senza forza avrete soldi e gloria, ma non avete scorza;
godetevi il successo, godete finchè dura, che il pubblico è ammaestrato e non vi fa paura e andate chissà dove per non pagar le tasse col ghigno e l'ignoranza dei primi della classe". FRANCESCO GUCCINI su CAPAREZZA!

Non mi dilungo ad illuminare un Anonimo-Cesare, preferisco restare in difetto, se colui che mi fa notare questo non so chi diavolo sia. Mi limito nel dire pure che chi difende Caparezza non ha bisogno di essere illuminato, tanto c'è il nuovo messia ad indicargli la buona strada.

Cesare oggi hai detto la preghierina? Hai cantato "IO - VENGO - DALLA LUNA - IO - VENGO! ahahahahah

No aspé com'era quell'altra SONO FUORI DAL TUNNELLLL.
Oppure haahahha TORNA CATALESSI - FALLI TUTTI FESSI!

Mah

Anonimo ha detto...

Piacere, Cesare Di Flaviano, carissimo amico (come un fratello per me) di Daniele Perillo.
Illuminami ti prego, donami le perle, a me, anonimo.
Cesare.

Giovanni Amoroso ha detto...

Cesare Di Flviano "fratello" Daniele Perillo in questi commenti non é che tu abbia provato a dirci perché secondo te sia importante questo cd di caparezza, eh eh perchè? forse perché musicalmente non ha nulla che differisca da Fabri Fibra? Solo che Caparezza è un pò più freak e Fabri Fibra è per i truzzi, se avessi distrutto Fabri Fibra sono certo che non mi sarebbe venuto uno a parlarmi del Cyrano ahahah Cmq ho scoperto un'altra cosa oggi pomeriggio, cioè Caparezza prende 40000€ d'estate + albergo a 4 stelle + cena per 15 persone. Tutto questo grazie a gente come te!
Grazie a gente come te ci sono gruppi che piacciono a noi (poveri fessi) che prendono 50-100€ se tutto va bene perché nessuno se li caga... NO GRAZIE: http://www.youtube.com/watch?v=TEmeZDPXufg


Di quello che ho riportato del Cirano di Guccini, l'ho messa perché io sinceramente mi sono stufato di parlare con gente vuota, che pensa di essere dalla parte del giusto. Ti sembra normale che un artista di così tanto successo scriva un brano di "Chi se ne frega della musica"??? Ti sta prendendo per il culo e lo difendi pure qui?? Perché non sei andato a commentare la recensione di Rolling Stone? È?
Finché ci sarà gente come te non si avvererà mai questo "dev'esserci, lo sento, in terra o in cielo un posto
dove non soffriremo e tutto sarà giusto".

Anonimo ha detto...

Ma infatti io ti ho detto e ti ripeto che io non sto contestando il fatto che una recensione possa essere NEGATIVA! Io ho solo contestato la mancanza di spirito critico! Considero Caparezza un buon artista ma sicuramente non fra i miei preferiti in assoluto e dico questo per focalizzare una volta per tutte l'attenzione non sull'artista in questione ma sul poco spirito critico venuto a galla dalla tua recensione!
Caparezza prende 40000€, quindi? Non capisco cosa possa esserci di male. Sei convinto come molti che l'artista è tale solo quando guadagna poco? Cazzo allora io sono un super-artista visto che per fare le serate con il mio gruppo prendo massimo 300€!
Infine dalla tua ultima risposta è evidente che in mancanza di argomenti e risposte l'unica via di fuga l'hai trovata nell'accusa personale:Finché ci sarà gente come te non si avvererà mai questo "dev'esserci, lo sento, in terra o in cielo un posto
dove non soffriremo e tutto sarà giusto". Mi conosci? Sai cosa faccio? Come la penso? Da cosa deduci che sono una persona vuota? E' normale che credo di essere dalla parte del giusto, sennò sarei un ipocrita e le mie idee sarebbero solo menzogna allo stato puro.
Ultima cosa, hai scritto:"se avessi distrutto Fabri Fibra sono certo che non mi sarebbe venuto uno a parlarmi del Cyrano", è proprio questa la cosa di cui mi lamento! Lo devi distruggere? Bene, fallo! Ma argomenta il tutto. Cosi facendo non hai distrutto nessuno, se non la tua professionalità o simil-professionalità o serietà (chiamala come vuoi).
Cesare.

Giovanni Amoroso ha detto...

mmm sono sicuro che hai una cover band per prendere quella cifra lì. Se mi dovessi sbagliare e per caso hai registrato un disco mandamelo che ti faccio vedere come so essere professionale. E cmq sia ripeto, il fatto di fare una "recensione" di questo tipo è solo per generare questo tipo di discussioni. Mi interessava far passare solo un messaggio chiaro, NON CE NE FREGA UN CAZZO diciamo ciò che pensiamo e lo facciamo senza seguire canoni regolari. Tu chi sei per dire che ho distrutto la mia professionalità, invece? MI CONOSCI? SAI COSA FACCIO? COME LA PENSO?

Dai ammettilo sei stato attirato qui da una "recensione" di caparezza, non ho visto commenti a riguardo di altri artisti come mai? Sono stato troppo bravo a recensirli, che non avevi da aggiungere altro? Oppure?
Io la mia professionalità l'ho dimostrata in altri casi e ti ripeto, a molti questo è piaciuto, forse non è stato professionale, ma rispecchia il pensiero di molti.
Ma un attimo, ma percaso tu hai studiato giornalismo per poter rivolgere a me una critica? Che diamine vuoi? Sei ancora qui a commentare, se non ti è piaciuto corri dal tuo Onda Rock, lì ci sono le recensioni che piacciono a te. CORRI!

Anonimo ha detto...

Ma di cosa parli?
Punto primo: il mio gruppo ovviamente fa anche cover ma l'obbiettivo è creare la nostra musica e ci stiamo riuscendo; punto secondo: se hai scritto questa recensione per generare questo tipo di discussione perchè ti scaldi tanto? Punto terzo: ci passa una grandissima differenza tra l'offesa personale che tu hai mosso a me e quella professionale che io ho mosso a te, difatti ho parlato della tua professionalità, che ho avuto modo di conoscere, e non di te come persona e non escludo che tu sia una brava persona visto che non ho praticamente elementi necessari per giudicarti; punto quarto: è possibile che tu sia stato bravo nelle altre recensioni tanto da impedirmi di aggiungere il mio zampino malefico; punto quinto: si ho studiato anche giornalismo.
Ma perchè non vuoi ammettere che a te Caparezza sta sulle palle ed hai scritto questa recensione con pregiudizio?
Riscrivila, cerca argomenti validi che non siano il suo cachet ecc. e distruggilo. Stronca la musica di Caparezza usando motivazioni valide!
Cesare.

Giovanni Amoroso ha detto...

ma di quale professionalità parli? Oh lo vuoi capire che lo faccio a tempo perso, tanto per far parlare gente come te? Questo fin'ora è un blog. Vai a prendertela con gente che lo fa di mestiere, vai a recriminare le loro attività. Perché non lo fai, non hai le palle? Se hai studiato giornalismo perché non la scrivi tu una cazzo di recensione su sto schifo? TE LA PUBBLICO! Anzi no, voglio tenere quella mia, perché è piaciuta... Ripeto non è pregiudizio, sicuramente non sarai tu a dirmi cosa devo fare, va benissimo così. Tu intanto vai a fare la tua musica e non perder tempo a commentare una recensione con spunti poco validi. ADDIO

Anonimo ha detto...

Va meglio se la chiamo credibilità?
E poi se lo fai per far parlare gente come me mi spieghi perchè ti scaldi tanto? Vuol dire che hai fatto un buon lavoro!
Chi te lo dice che non ho criticato anche l'attività di professionisti?
Tu dici, per tua stessa ammissione, che hai ascoltato il cd una sola volta, poi hai fatto una recensione negativa, io ci vedo molto pregiudizio. Non scrivo una recensione su Caparezza perchè il cd l'ho sentito solo 3 volte.
Cesare.

Anonimo ha detto...

Finalmente una VERA RECENSIONE!!!
complimenti, esprimo solidarietà e comprensione nei tuoi confronti. Ti stimo molto

in fede, Sandro B.

Anonimo ha detto...

Sandro B. (spero non Bondi :D), motivi la tua analisi per favore? Lo dico in totale assenza di ironia, voglio solo sapere cosa ti spinge a giudicarla buona, magari mi fai cambiare idea.
Cesare.

Anonimo ha detto...

Porcoddio quanto cazzo ce lo hai tosto!!! Tu sì che sai recensire!
Paolo C.

Lorenzo Larry Falcone ha detto...

Ma come ti permetti a stroncare un artista di tale talento!!! Sono scosso da questa recensione! P.S. sto disco fa veramente cagare sei stato sin troppo buono aahahahahahah

Anonimo ha detto...

Nessuna risposta...
Cesare.

Anonimo ha detto...

Direi, dai commenti, che il messaggio che Caparezza ha voluto lasciare in "Chi se ne frega della musica" non è assolutamente passato. È una critica a coloro che "se ne fregano della musica" e che pensano a tutto il resto: apparire in tv, sui giornale, pubblicizzarsi per chi sono e non per cosa compongono. Poi se questa è o meno una recensione a me non frega niente, voglio solo far capire (a chi non lo ha capito o a chi fa finta di non averlo capito) il vero senso del testo.
Cordialmente.

Giovanni Amoroso ha detto...

Ciao Anonimo cordiale.
Beh Caparezza è un ipocrita allo stato puro allora, perché come dici tu del brano è vero, ma poi lui scusa com'è? Pare che in tv ci va, sui giornali c'è e da come era inizialemte, vedi il video a Sanremo Mikimax è cambiato molto, ha fatto si che la sua immagine da "Caparezza" funzionasse, più da sfigato-copione alla "sottotono".
Io mi chiedo perché la mia recensione sugli Assalti Frontali non se l'è inculata nessuno. PERCHé? Eppure anche loro sono critici, hanno testi ben elaborati (loro si che hanno fatto la storia del vero Rep italiano) eppure non godono della stessa fama. Perchè? Semplice non sono una band da mainstream. Quindi non venitemi a fare i bacchettoni con me, quando voi la vera musica non sapete nemmeno dove sta di casa...

Anonimo ha detto...

Rassegniamoci, la musica vera non sappiamo dov'è di casa. Piccola info per tutti gli appassionati, giovedi 5 Maggio alla sala polifunzionale della provincia di Teramo suona Yundi Li. Però farà solo "cover".
Cesare.

Michele Montagano ha detto...

Figata Yundi Li !!! Ma il 5 non sta Caparezza da qualche parte pure ? è dura scegliere...

Anonimo ha detto...

No, non è dura, la scelta è semplice...
Cesare.

Anonimo ha detto...

Gli Articolo 31, secondo me, facevano bella musica, poi dipende dai gusti

Anonimo ha detto...

Ahahahahaah ma perché parli a caso? Ti vanti di voler portare avanti un blog tutto abruzzese e parlando di rap non citi o recensisci Lou-X rapper pescarese, piuttosto insulti un artista affermato nella scena rap italiana che tutta Italia conosce solo perché vuoi rendere visibile il tuo blog.

Parli di un ritorno agli anni 80. Dove scusa? Solo per la partecipazione di Hadley? Allora Machu Picchu dei Strokes sembra proprio essere stata scritta negli anni 80 eppure BAM il loro è il disco del secolo solo perché è un album autoprodotto. (Non è una critica alla band anche perché apprezzo l'ultimo album, è solo un'osservazione)

Parli dell'ipocrisia di Caparezza. Ma hai letto le sue liriche? Parla dei problemi attuali di questa nazione e guarda un po' ai suoi concerti ci sono sempre banchetti di emergency o contro la privatizzazione dell'acqua o contro il nucleare o contro ognicazzodicosa che denunci nei suoi testi.

Parli di Mikimix e della sua partecipazione a sanremo per apparire in tv, nonostante ciò nessuno se lo ricorda come mikimix. Più volte lui stesso prende per il culo il suo ex alterego e trovami un qualsiasi fan di Caparezza a cui non schifa quella canzone, per fortuna è cambiato e chiunque al suo posto avendo la possibilità avrebbe partecipato al festival.

Parli di ritornelli che rimangono in testa e citi canzoni come "Sono fuori dal tunnel" "Vieni a ballare in Puglia" "Marchetta di popolino" tracce che a me, uno che apprezza la sua musica, non piacciono. Perché non dici nulla di "Non siete stato voi" "Cose che non capisco" o "La ghigliottina"

Se ti sta sul cazzo e non puoi fare altro che non apprezzarlo mettiti in loop "Ti sorrido mentre affogo"
(Visto? Ha fatto una canzone anche per tutti quelli come te che criticano la sua musica : D)
Paolo C.

Anonimo ha detto...

se caparezza comincia a prendere 10 euro a concerto a me comunque non aumentano il cachet per quando suono. In compenso ne prendo 150 per andare a pasquetta a suonare alla grigliata di un ristorante, sperando che non ci lancino le salamelle. Evviva i locali di musica live.

Ficky

Giovanni Amoroso ha detto...

Paolo C. complimentoni per lo sforzo.
Ma ci sono banchetti di Emegency ovunque, anche io ho messo su con la mia associazione un festival con raccolta fondi per emergency e faccio beneficenza ogni anno. E lo faccio gratis. Che c'entra? ben venga quello che fa, ma io criticavo il suo personaggio.
Non parlare di Lou X per favore. Avremo modo, non ti preoccupare di fare una retrospettiva. E cmq mi fai ridere perché ti sei sforzato, quindi ti sei incazzato? hai speso anche del tempo per parlare di Caparezza e non l'hai fatto con la recensione degli Assalti Frontali con cui Lou X ha più volta collabborato.
CIAO

Anonimo ha detto...

Ahahahah più ti leggo più diventi ridicolo. Di tutta la mia critica sulla critica non hai chiarito nessun punto che ho evidenziato se non i banchetti emergency oppure l'offerta libera per la ricostruzione di l'aquila al suoni mo'desti.

Assalti frontali? Non li conosco ed io "non parlo di cose che non conosco" forse dovresti iniziare a scrivere solo di gruppi di cui ti sei fatto un'idea e non sparare a 0 solo perché un artista si guadagna la pagnotta.
Ciaociao :*
Paolo C.

Giovanni Amoroso ha detto...

Ah forse ho capito chi sei, probabilmente non ti chiami Paolo, l'ho dedoto da alcune paroline che usi. Ma non fa niente, comunque sia, vedi che l'idea me la sono fatta, e non ho sparato a zero, ho scritto del suo chachet perchè lui in quel testo della canzone ha delle frasi ipocrite. Punto. IL singolo degli anni 80 uscì prima dell'album, siccome Caparezza vende pochi dischi, rispetto ad altri "artisti" mainstream con la bellissima trovata anni 80 sperava di attirare quei tardo-trentenni già vaccinati all'ascolto di piattume. Poi tu mi vieni a parlare di cosa? DI CAPAREZZA, ma guarda un po, un applauso a PAOLO...
Mi andava di fare 20 minuti di sproloqui, quindi?

Hai problemi? Sfogati scrivendone tu una bella recensione positiva e dettagliata e poi ne riparliamo.

Anonimo ha detto...

Boh se tu fossi un artista come promuoveresti un tuo album di prossima uscita? Non cacceresti un singolo con video da mandare su MTV come fanno tutti ora? E figurati se i tardoni 40enni stanno lì a comprarsi il cd di Caparezza perché hanno visto il loro idolo degli anni 80.

Non si può parlare di vendite di dischi in un tempo in cui i direct download, bit torrent e i vari p2p ti risolvono la vita in pochi minuti.
Solo Vasco appena tira fuori un album va primo in classifica di vendite solo perché ci sono i tardivi digitali che non sanno neanche cosa sia emule e sono costretti ad acquistare il disco.
Però posso dirti che al concerto a Montesilvano c'era molta più gente di quanta ne abbia vista per i Verdena a Pescara.(anche loro hanno tirato fuori un singolo di dubbio gusto facendolo girare su MTV)

Io non scrivo recensioni, non ne sono capace, mi piace solo rompere le balle.

Ah se ti chiedi ancora perché nessuno, tranne i ragazzi di questo blog e i vari amici di amici, commentano le varie recensioni presenti, beh fidati c'è un motivo.
Paolo C.

Giovanni Amoroso ha detto...

Il motivo è che non tutti hanno la voglia di spendere tempo inutilemente come fai tu. Se le recensioni non ti piacciono puoi anche chiudere il blog e farti i cazzi tuoi, perché quest'ultimo tuo commento è pieno zeppo d'ignoranza e non sai nulla e ripeto nulla di come funzionano le strategie di vendita musicali.
Il tuo commento è di un ignoranza feconda. In primis ti piace solo rompere le palle, quindi si denota perfettamente che tipo sei. Poi paragoni un concerto di Caparezza ad uno dei Verdena e sei furoi strada. Poi vieni a parlarmi a me di vendite-direct download ecc. Ma sei matto, ti stai scavando la fossa da solo...
Da come hai detto pure tu, hai capito quale era il senso della mia recensione, Caparezza non vende copie, il vero suo guadagno come tanti altri artsiti (in questo periodo) proviene dai concerti, quindi Caparezza non è capace di vendere la sua arte, perché la usa arte è arrivata al capolinea, gli ultimi 3 album sono uguali e sempre con la solita forma-marcetta consolidata che musicalmente non ha più nulla da trasmettere.

Anonimo ha detto...

AHAHAHHAHAH!!! Diciamo che sei stato gentile, a mio parere...

Anonimo ha detto...

Va ci scommetto un rene che anche tu sei uno di quei filocomplottisti tipo Lo Sai. Hai la stessa presunzione che contraddistingue quei ridicoli ahahahahahah terrrrrrrrrrrrrribile!
Paolo C.

Giovanni Amoroso ha detto...

Filo che? Mai sentita una cosa simile, volevi dire i filosofi di Lo Vuoi un cazzotto sul naso?
Tu hai la stessa presunzione di un mentecatto. In più sei informato sul mio conto, quindi si vede che sei andato a prendere appigli altrove, perché di musica non capisci niente.
Io qui almeno non banno e lascio la parola ai cretini come te...

Anonimo ha detto...

Da quando in qua il mentecatto si identifica nella presunzione?

Giovanni Amoroso ha detto...

Da quando esistono i presunti Troll come te.

*Significato di Troll: http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)

Anonimo ha detto...

Scusa ma se spari cazzate cosa vuoi che possa fare se non evidenziarle?
Troll.

Anonimo ha detto...

Ahahahahah ti giuro che nn mi sono andato ad informare! È quasi lapasissiano! E smettila di citare wikipedia che è tutto filtrato! Meglio google news! AHAHAHAHAH oddioddio capisco ora perchè te la prendi se qualcuno contesta il tuo operato. Che ridicoli che siete tu, i tuoi recensori(sicuramente buona parte di loro saranno della tua stessa razza complottista) e tutti i tuoi amici di lo sai.
AHAHAHAHAHAHAHAHAH vai a studiare da manager musicale se ti intendi molto di questo campo xD ah e bannami pure che nn mi metto a piangere! Ah scusa nn puoi bannare AHAHAHAHAHAHAHAHAH

francesco ha detto...

ti consiglio di approfittare del dito medio di galileo

Anonimo ha detto...

la rece è troppo buona, quest'album fa veramente pena, e a tratti è offensivo nei confronti di chi vive per la musica..poi, io continuo a chiedermi perchè tutti questi intenditori di musica che la criticano non leggono e commentano anche le recensioni di artisti meno conosciuti di caparezza..

Anonimo ha detto...

Scie chimiche e signoraggio.
Paolo C.

Anonimo ha detto...

"...questa è musica studiata per riattirare/riattivare quei nostalgici degli anni 80, e diciamolocelo sfacciatamente, proprio gli anni in cui la musica ha toccato il fondo, con tutte quelle band Pop da classifica con sostanza zero..." non ho capito se hai fatto uuna recensione su Caparezza o sul tuo odio verso gli anni '80..comunque non condivido la recensione ma rispetto il tuo punto di vista.
Max

Anonimo ha detto...

critica ridicola...te la prendi con lui persino per i suoi compensi...bè ti faccio notare che il biglietto per Caparezza l'ho pagato 15 euro, mentre quello di Capossela per il suo concerto a Torino costa dai 35 ai 58 euro! dico ciò non per dare addosso a Capossela,che anch'io ritengo un grande artista, ma per mostrare la tua incoerenza! P.S.= ho incontrato il cantante di Caparezza, Diego Perrone sull'intercity da Senigallia a Torino...guadagnessero tutti sti soldi, si potrebbe permettere almeno la prima classe su un eurostar!!! se sei un musicista, dovresti sapere che il compenso è usato anche per la grande macchina che lavora DIETRO al concerto, a quelli che montano il palco..evidentemente non sei mai stato in tour... ridicola anche la critica a Mikimix...persino Caparezza ha riconosciuto il suo "epic fail" e se avessi ascoltato attentamente i suoi album forse lo sapresti anche tu!
La cosa che io più apprezzo di Caparezza è quella di riuscire a fare canzoni coinvolgenti, e allo stesso tempo impegnate...magari cantare goodbye malinconia può spingere qualcuno ad informarsi sul caso Sindona...
P.S.= un solo ascolto non basta a giudicare un disco, io per "entrare" nella modalità Janis Joplin, ci ho messo mooooooolto più di un ascolto, anzi, la prima volta manco mi è piaciuta!
P.P.S.= visto che ti piace citare Guccini "http://www.angolotesti.it/F/testi_canzoni_francesco_guccini_1655/testo_canzone_lavvelenata_42986.html" (Caparezza a proposito di Giovanni Amoroso)

Fra

Giovanni Amoroso ha detto...

Ci sono stato dietro uno stage, soprattutto quello di Vasco Rossi. Ma come faccioa parlare con un buffone come te, che parla con un altro buffone come un ex medusa ahah SPARISCI!
Come fare a spiegare ad un incompetente che Capossela sul palco porta Pianoforti a coda ecc ecc ecc... Come fare a spiegare che la critica a Capossela sul suo cachet era per il fatto di una sua canzone merdosa come "Chi se ne frega della musica?" che si ha una crita al mondo della musica che conta, cioè? Va bè, SINDONA, dovrebbe parlare di Signoraggio bancario altro che sindona, vai a cagare tu e Caparezza, vaiiiiiiiii...

Anonimo ha detto...

Beh si sa che un pianoforte a coda sul palco ti fa alzare di molto il prezzo! Cazzo nn siate incompetenti!

Anonimo ha detto...

Caro giovanni fai più ridere di berlusconi. Giuro, le sue barzellette mi fanno scassare...ma tu fai davvero ridere 1000 volte di più con le tue cagate!!!

HAHAHHAHAHA!!!
Grandissimo, ti stimo!!!
HAHAHAHAHHAHAHHAHAHHAHHA!!!

Anonimo ha detto...

signoraggio bancario? a parte che è una bufala, ma questa rivista non dovrebbe parlare di musica? le tue opinioni personali/politiche dovresti lasciarle FUORI! e non dovrebbero inficiare sul giudizio su un artista! Totò era monarchico, ma rimane comunque uno dei più grandi attori comici esistiti!
e comunque il testo di chi se ne frega della musica non l'hai neanche letto!!! non è una critica alla musica che conta o alle major ma al fatto che conta più l'immagine (e la vita privata) di un artista che la sua musica! parla male di chi va in tv a farsi pubblicità partecipando a reality o comparsate varie! io caparezza l'ho visto solo a "parla con me" due anni fa! e ha fatto un intervista a repubblica tv quando è uscito il disco. STOP!
che razza di recensore sei se non leggi o ascolti neanche i testi?
ritornando al compenso: quanto credi debba essere pagata una carovana di artisti in giro per l'italia per diversi mesi, lontano dalla famiglia? senza contare che durante i periodi di scrittura degli album (e passano a volte anni) di concerti non ne fanno e quindi questi soldi non li guadagnano! li guadagna caparezza con i diritti d'autore, le vendite ecc. ma gli altri?
e ripeto: 15 euro per un concerto sono ONESTISSIMI

Fra

Giovanni Amoroso ha detto...

Io non leggo i testi? Tu non sai cos'è veramente il Signoraggio Bancario. Chi è che sta messo peggio? Lo sai perché un concerto costa 15€? Perché l'artista costa tanto, quindi per recuperare le spese bisogna mettere 15€. Tu l'andresti a vedere un artista che prende una miseria a 15€? CAPAREZZA è un ipocrita punto, dimostrazione l'ha data con questa canzone "CHI se ne frega della musica", perché lui all'immagine ci tiene eccome, non è riuscito a sfondare quando era Mikimax, si è dovuto quindi costruire un personaggio. Ora è un icona che tutti difendono a tutti i costi come fai tu. BRAVO, sei un campione... Continua così che Caparezza ti assume come avvocato per il web....

Anonimo ha detto...

1) dall'analisi che hai fatto di questo disco, il testo non l'hai letto perchè hai male interpretato il testo di chi se ne frega della musica (non vale ritrattare su un commento di 2 mesi dopo, bisogna leggerlo PRIMA di pubblicare un articolo)
2) e quindi? dove sta l'ipocrisia? Capossela prende dai 30 ai 50 euro a concerto, anche lui costa...sarà ipocrita pure lui o rimane comunque un grande artista perchè PIACE A TE?
3)innanzitutto Mikimix...e comunque lui si è reso conto del suo "errore" senza tuttavia negarlo...non è di certo l'immagine che ha ora che gli ha portato successo..visto che è così dal 2000, il suo album del 2003, escludendo i due singoli non se l'è cacato nessuno e il PRIMO album che ha avuto davvero successo è quello del 2008, sono stato a un concerto del 2009 e c'era forse un quarto del pubblico di quello di quest'anno! e in ogni caso "solo i cretini non cambiano mai idea" quanti artisti hanno cambiato TOTALMENTE immagine, avendo più o meno successo rispetto a prima? lo stesso Paul McCartney dei Beatles, è uguale a quello dei The Wings? per non parlare degli sconvolgenti cambiamenti avvenuti all'interno dei Beatles stessi....ce ne passa da Twist and Shout a Sergent Pepper...
4) il tuo compito era recensire questo album, non la sua immagine di 15 anni fa.
5) sei il solito complottista che al primo accenno dello sbufalamento delle vostre bislacche teorie si inalbera e valuta come merda TUTTO ciò che non gli da ragione! vivi nella tua paranoia, spero che i rettiliani vengano presto a prenderti per portarti sul pianeta nibiru!
bon Voyage! Fra

Giovanni Amoroso ha detto...

ahah Paul McCartney ahahahahah Paul is dead in my head! Non ti permettere mai pi di fare paragoni tra Beatles e CACAREZZA. Ok?

Ma vedi che questa recensione è fatta a posta per reietti della società come te. Gente inutile che perde il suo tempo a commentare paranoici come me. Chi sta messo peggio?
Io mi diverto solamente a leggere cazzate, mi fa piacere che conosci il Pianeta Nibiru, con questo deduco che sei anche tu un grande paranoico haahahahah buffone...

Anonimo ha detto...

Scusa ma mi sento in obbligo di intervenire e riportare:"Io mi diverto solamente a leggere cazzate". Ne hai da ridere se rileggi i tuoi commenti. Se di Caparezza non sai un cazzo, e se vieni corretto perché hai mal interpretato i testi perché ti ostini a fare l'ottuso che non ammette per UNA VOLTA nella tua vita di aver sbagliato? Poi dici che il buffone è Fra. Almeno lui li ha capiti i testi. Frega se non ti piace la musicalità o quel cazzo che ti pare, ma non puoi sentirti in diritto di offendere un Artista, né tantomeno un'altra persona che da subito ha cercato di avere uno scambio pacifico (chiamasi discorso, parola nuova?). E non vale nemmeno la pena che cominci ad arrampicarti sugli specchi sfottendolo per la citazione del pianeta nibiru, perché se non te ne sei accorto te lo ha appena MESSO IN CULO, e tu lo hai aiutato. CF

Anonimo ha detto...

mamma mia ma te sei fuori... caparezza è uno dei pochi non venduti in italia... il cd è stupendo intanto e tu almeno capisci i significati dei suoi testi... secondo me te ascolti lady gaga, fabri fibra justin bieber... è l'unico rapper che dice le cose come stanno e che nonostante abbia un discreto successo non si vende come fibra e club dogo... lui e fedez sono la nostra salvezza!!!

Anonimo ha detto...

ma vuoi capire che sei tu l'unico che non ha capito niente dei testi ? dai addosso a caparezza a caso... e continui a rispondere? ma non ti vergogni? che pena...

Anonimo ha detto...

è EVIDENTE CHE CHI CONCORDA CON QUESTO CESSO DI RECENSIONE è VERAMENTE SBANDATO E ANCORA PIU STUPIDO DI CHI LA SCRITTA! MA SI PUO SAPERE PERCHE IN ITALIA SI ASCOLTA SOLO LA MUSICA E NON IL TESTOOOOOOOOO!TRATTA DEI TEMI IMPORTANTI CAPAREZZA ED è L'UNICO CHE ATTACCA DIRETTAMENTE COME IN LEGALIZE THE PREMIER...GUARDATE CHE IL NOSTRO PAESE STA ANDANDO A ROTOLI E MI VERGOGNO DI ESSERE CONNAZIONALE DI COLUI CHE HA SCRITTO QUESTA RECENSIONE CHE è PIU CHE ALTRO UNA SERIE DI ATTACCHI INFONDATI SENZA ALCUN SOSTEGNO PROBABILMENTE FATTA DAL SOLITO BEONE CHE SE UNA CANZONE NON SUONA BENE MA TRATTA ARGOMENTI IMPORTANTI COME IL RAZZISMO VIENE SUBITO SCARTATA...
by speriamocheimayaabbinoragione

Giovanni Amoroso ha detto...

Parli di razzismo e attacchi chi non la pensa come te in questo modo, si vede che sai reagire bene alle provocazioni, perché questa l'ho detto non è una recensione, bensì una bella provocazione in libera espressione... Do la possibilità di libero commento anche a gente come te per vedere che tipo di cose succedono quando cerchi di schierarti contro un "intoccabile". Nel tuo bel paese di merda ci sono stati molti artisti che tu probabilmete non sai nemmeno dell'esistenza... Caparezza non è l'unico che attacca direttamente:
Giorgio Canali: http://www.youtube.com/watch?v=x6GeUVyh1-w
Minstri: http://www.youtube.com/watch?v=0Ly1xDZSyOI&feature=related
Assalti Frontali: http://www.youtube.com/watch?v=4sF2L6HnBxc&feature=related
24 Grana: http://www.youtube.com/watch?v=nYDx6rwKWSQ&feature=related
Teatro Satanico: http://www.youtube.com/watch?v=J93X0cfWN_0&feature=related

Alcuni dei tantissimi nomi meno noti ma più coerenti di un pagliaccio come Caparezza... Il problema è che Michele Salvemini vi prende per il culo: http://www.staperarrivarelafinedelmondo.com/info/ e voi date ascolto ad un imbecille ciarlatano. Sono felice di vedere gente che viene a dirmi di essere un beone su di una recensione che ho scritto in 10 minuti proprio per attirare imbecilli che difendono il nuovo paladino della musica "impegnata". Il paese sta andando a rotoli? Che ti lamenti a fare se speri che i Maya abbino ragione?

Gio ha detto...

Non condivido per niente il tuo pensiero,è privo di fondamento.

Anonimo ha detto...

Ma cosa centra il sito della fine del mondo ? era un modo per scherzare sulla canzone e infatti se vedi sul quel sito parla anche dei precari (se non sbaglio, con un lenzuolo addosso). "Goodbye Malinconia" è una canzone stile anni ottanta per rievocare quella malinconia che si ha quando si va in un altro paese. La Marchetta di Popolino è una canzone che riprende la Marcetta di Topolino e serve un pò a sbeffare i Benpensanti. Caparezza spesso ha fatto concerti con incasso devoluto interamente ad Emergency , altri concerti senza sponsor , altri concerti gratis. Spesso dice che quando fa un concerto lui cerca di dare il massimo perchè sa che la gente paga per andare a vederlo. In Chi se ne frega della musica , Caparezza critica appunto quel modo di fare nel mondo della musica che appunto uccide la musica, proprio in questo brano ti consiglio di prestare attenzione alla musica , una marcetta fantastica che solo pochi artisti sanno fare. Spesso nella tua critica quando dici che è un suicidio ascoltare il disco non specifichi il perchè di questa tua opinione. Comunque penso che le tue critiche non siano poi così tanto approfondite. Mi farebbe piacere se mi rispondessi così per discutere e per scambiare delle opinioni.

Anonimo ha detto...

1)Caro signore, lei ha fatto un commento a dir poco infondato. Innanzi tutto non ha "analizzato" 'chi se ne frega della musica', ha solo messo il ritornello. se avesse ascoltato almeno una volta tutta la canzone avrebbe capito che è una critica a chi nemmeno ascolta i musicisti ma si interessa solo ad un eventuale fama (come anche fuori dal tunnel, da lei citata, che eera una critica a chi si "diverte" in modo insano come con alcool o droga, poi fraintesa da quasi tutti quelli che la hanno ascoltata).
2)Se avesse sentito almeno una qualsiasi intervista avrebbe certamente capito che 'Goodbye Malinconia' non è sul ritmo anni '80 per attirare persone, ma era troppo difficile informarsi...
3)Se provi a dire A lo sai che succede?... NULLA! Caparezza ha spesso accettato le critiche.
4)Riguardo alla cifra dei concerti non posso dire nulla ma ricordo che hanno da percepire uno stipendio anche 5 musicisti e un seguito di tecnici
5)Se a lei non piace Caparezza può liberamente dirlo ma senza offendere a destra e a manca.

Gio ha detto...

"Ti sembra normale che un artista di così tanto successo scriva un brano di "Chi se ne frega della musica"??? Ti sta prendendo per il culo e lo difendi pure qui??"
Ma tu non hai mai sentito parlare di ironia??Probabilmente stai criticando Caparezza solo per partito preso senza aver capito i suoi testi, mi vorresti dire che canzoni come Inno verdano o Insetti del podere le hai ascoltate e capite?tzè!

Giovanni Amoroso ha detto...

Se tu sei mosso nel commentare qui vuol dire che quello che avevo in mente di fare è andato a buon fine. In questo post 100 commenti, mentre nelle altre recensioni nulla. Gli artisti emergenti non vengono presi in considerazione? VE NE FREGRA MOLTO DELLA MUSICA! No, ma voi siete fighi che riuscite a capire i testi di Caparezza, come se per capire Caparezza ci voglia una parafrasi... Ma in realtà voi vi incazzate solo quando si attacca un "divo". Questa è la realtà italiana, dove per attirare gente verso la musica indipendente, bisogna utilizzare espedienti come questo. Tra poco uscirà la recensione del nuovo disco di Giorgio Canali la leggerete? Penso di no, a voi basta ascoltare quello che propongono le radio, MTV e che su YouTube hanno più di un milione di visualizzazioni. Scrivo da 3 anni recensioni senza motivo, ho recensito gruppi emergenti a cui nessuno sé mai interessato, su questo mio blog: http://yo-u-turn.blogspot.com/ ho pubblicato ben 805 album da scaricare gratuitamente, voi quanti ne avete scaricati? Io avevo proprio bisogno di capire alcune cose, ECCOVI QUI, BENVENUTI!

Anonimo ha detto...

carino il riferimento insensato a Mangoni, che con Caparezza non ha alcuna attinenza... Se stronchi così Caparezza, che è a mio avviso il migliore nella scena rap italiana, ho paura a chiederti opinioni su personaggi tipo fabri fibra, marracash e simili... quelli sì che sono da eliminare, altre che il Capa!

Gio ha detto...

"Penso di no, a voi basta ascoltare quello che propongono le radio, MTV e che su YouTube hanno più di un milione di visualizzazioni."
E se ti dicessi che lo ascolto da quando è uscito ?! come la mettiamo?
Comunque non aggiungerò altro,a quanto pare sei capace solo a criticare chi non la pensa come te, dato che di ragionamenti sensati non ne hai dati, ma hai continuato a sparlare a vuoto e ad attaccare chiunque scrivesse qui.
Bei modi davvero, Addio!

Giovanni Amoroso ha detto...

Sti cazzi. BYE BYE

p.s.

Ho visto che la recensione sta sul Forum di Caparezza OTTIMO!

Giovanni Amoroso ha detto...

Caro Anonimo delle 16 e 21, il paragone c'è di brutto, perché di Rap in questo album io non ne sento. Direi più uno spoken-word, ecco perché ho messo Mangoni, perché mi fa ridere il suo modo di "cantare". Vedi il problema è proprio questo, tu dici che Caparezza è il migliore della scena rap italiana e a me si è accapponata la pelle, sai non è semplice rispondere a una cosa simile restando tranquilli, dato che sono cresciuto ascoltando C.U.B.A. Cabbal. Va bè pazienza...

Ed ora a te Gio, sai vorrei tanto scrivere una seconda recensione per distruggere dignitosamente questo album, ma penso che non lo farò perché non mi va di perdere del tempo dietro a voi miserabili... Preferisco magari dedicare il mio tempo libero in recensioni su band CHE POI VOI NON VENITE A COMMENTARE perché forse uso un forma ed un linguaggio adeguato.
Ripeto vogliamo parlare dell'ultimo album di Canali o dei Primus sono super disponibile, ma di Caparezza non se ne parla. Perchè, dato che ho voluto recensire un disco dal nome "Il Sogno Eretico" voglio che il mio progetto rimanga tale, cioè quello di vedere gente come te menarsela per una recensione da quattro soldi. Voglio rimanere un eretico contro Caparezza, perchè voglio dimostrare che la libera espressione in totale autonomia in questo paese ancora oggi non è tollerata. Non sono iscritto nel forum di Caparezza, ma immagino le vostre discussioni su di una "recensione" di questo tipo, è mai possibile che uno non possa scrivere qualcosa come cazzo gli dice la testa?

Se volete sapere cosa penso del disco leggetevi queste belle recensioni:

Sentire Ascoltare: http://www.sentireascoltare.com/recensione/8506/caparezza-il-sogno-eretico.html

Rolling Stone: http://www.rollingstonemagazine.it/musica/recensioni/il-sogno-eretico/35042

E poi se vi volete fare due grasse risate leggetevi questi commenti sul forum de il Mucchio: http://ilmucchio.net/archive/index.php/t-9041.html

Gio ha detto...

Ma ti rendi conto che la tua più che una recensione è un attacco senza basi e basta!?In più anche se uno ti fa notare che non la pensa come te,dopo aver letto la tua bellissima recensione,non è che esprimi delle ragioni sul tuo pensiero,ma attacchi subito senza senso.Noi miserabili?Noi che non sappiamo ascoltare la vera musica?Ma che cosa vuoi?Nemmeno ci conosci!

M. ha detto...

trano... hai cancellato il mio commento? Beh, provo a ripostarlo. Vediamo chi la dura...

Tu dici: "Non sono iscritto nel forum di Caparezza, ma immagino le vostre discussioni su di una "recensione" di questo tipo, è mai possibile che uno non possa scrivere qualcosa come cazzo gli dice la testa?"
Innanzitutto, sul forum non si perde tempo a commentare una "recensione" insensata come la tua! E' stata postata per farsi 4 risate!!
Poi, certo che si può scrivere quel cazzo che dice la testa!! Ma se deve valere per te, deve valere anche per tutti quelli che vengono qui a commentare!!
Il problema è che l'unica cosa che sei capace di fare tu o è offendere pesantemente chi viene qui a commentare (per es. "siete dei miserabili", etc.), oppure sviare il discorso per non entrare nel merito. Per esempio dicendo "perchè non commentate questa recensione o quest'altra", come hai fatto, ancora una volta, nel tuo ultimo commento; beh, se siamo qui è perchè tu hai parlato di Caparezza e noi di questo vogliamo parlare e non di altro!!
Sarà forse che non sai dove appigliarti perchè non sei stato capace di andare più in là di un commento su un paio di canzoni di cui non hai neanche minimamente capito il testo o perchè sei capace solo di denigrare le persone, come hai fatto con Caparezza (che più che commentare il disco hai denigrato la persona) o con tutti quelli che sono venuti qui a provare a dialogare con te?

Poi dici: "perchè voglio dimostrare che la libera espressione in totale autonomia in questo paese ancora oggi non è tollerata".
A me sembra che l'unica persona intollerante qui sei tu... L'unica persona che offende sei tu...

Anonimo ha detto...

1- Consiglio vivamente al nostro caro recensore di scoprire cosa vuol dire eretico, cosi da poter usare il termine in un corretto contesto;
2- questa è una domanda: non crede che dichiarasi, anche indirettamente, indipendenti porti di conseguenza alla cessazione dello stato di oggettiva indipendenza?
3- Viva Lady Gaga;
4- Siete, IMHO, l'antitesi della libertà artistica, ancorati alle vostre convinzioni meramente economiche e commerciali, siete schiavi delle classifiche di vendita che vi portano a muovervi in direzione ostinata e contraria.
5- Se mai avrò risposta la prego di non attaccare la solfa del: io non appartengo a nessun movimento, io sono libero ecc. visto che sarebbe da ipocriti.
Con affetto.
J.P.S.

Anonimo ha detto...

Che merda di recensione, non parli minimamente delle canzoni. Dici solo che non riesci ad ascoltarle, che vuoi andare in campagna...ma vai in campagna e non cagare il cazzo con recensioni da prima media.

Anonimo ha detto...

A me pare che, blog o meno, ufficialità o meno, questa pagina offra anche delle vere recensioni, ampiamente argomentate e valide. Checché tu ne dica, un lavoro come questo non può che svalutare la serietà dell'operato non solo tuo ma anche di tutti i tuoi colleghi di questo spazio virtuale. Al di là del giudizio sull'ultimo album di Caparezza ed ancor meno sulla sua figura di artista o addirittura di persona, mi pare che questa recensione sia di per sé insensata, scritta, ok, come tu dici, solo per attirare una valanga di super fan imbestialiti pronti a lapidarti... ma...dunque? Con ciò, il guadagno ottenuto quale sarebbe? Non mi pare che nessuno qui, tra i commentatori, sia stato molto attirato a leggere recensioni su altri lavori, grazie a queste tue righe lapidarie. Da qualunque prospettiva la guardi, un senso a quest'operazione non lo trovi neanche servendoti di una lente d'ingrandimento. Poi a me il Capa piace e mi dispiace dirti che, in verità, è uno dei pochissimi artisti mainstream che apprezzo. Non so se De André vale e, visto che gli dedicano interi programmi tv, sia da deprezzare anche lui. Fammi sapere. Non vorrei scoprire di essere una commercialona, musicalmente! Ora che ci penso pure Fossati qualche apparizione in tv l'ha fatta, mi sa che vado di male in peggio... Per il resto, mi diletto con ascolti simili ai tuoi a quanto pare, tanto Giorgio Canali e Ministri e tanti altri della scena indie e alternativa di questi anni e non solo. Il bello è che io amo i Ministri e i loro testi, però li ascolto sorridendo, riconoscendo, io per prima (che a 23 anni non sono più una teen-ager) , che siano piuttosto adolescenziali con le loro incazzature dure contro il sistema Mi piacciono ma mi diverto a fare la ragazzina, ascoltandoli. Perciò, insomma, non mi pare che anche tu, criticando Caparezza, abbia portato a confronto proprio i massimi sistemi.
Il punto focale che mi preme evidenziare comunque è: questa non è una recensione. Le uniche due risposte possono essere: 1-"e chi se ne frega? questo è un blog di cazzoni perditempo!" e in caso: beh, non mi pare, viste le recensioni fatte da altri. oppure 2 -" sì, è vero. Non è una recensione" e allora che ci sta a fare qui?
Poi ognuno ha il pieno diritto di esprimere il suo parere. Ma come dice Caparezza stesso (ah ah ah!) citando il Nanni Moretti di Sogni D'Oro (un altro noto venduto, eh?) in "Cose Che Non Capisco": "Io non parlo di cose che non conosco". Perciò, qualunque sia l'intento con cui si parla o si scrive, sarebbe sempre preferibile farlo con cognizione di causa. Altrimenti non si fa altro che sprecare inchiostro o fiato, a seconda del mezzo. Punto.
Chiara.

Giovanni Amoroso ha detto...

Chiara il PUNTO è che tu sei qui perché hai il bisogno di dire la tua, come io ho avuto il bisogno di dire la mia. Ora che hai scritto tutto questo ti senti meglio, sei a posto? Brava, ed ora cosa farai ti sentirai un bel pezzo di Caparezza, ok! A me non importa, ognuno fa quello che gli pare, io ho avuto la necessità di dirla così, perché non mi frega niente di gente come te, che deve puntualizzare per forza a suon di NON è GIUSTO, NON è CHE SICCOME questo è un blog ecc. Come do l'opportunità di scrivere belle recensioni a tanti ragazzi, do anche l'opportunità a gente come te di scrivere lunghi commenti a non recensioni.

Anonimo ha detto...

Non sono affatto d'accordo. Io sono qui semplicemente perché detesto veder sbandierare il diritto di opinione e di parola all'unico scopo di poter sparare sentenze senza arte né parte su chiunque e sopratutto, senza alcuna motivazione reale, sentendosi tuttavia legittimati a farlo. Sono qui semplicemente per ricordare che è sempre meglio parlare solo quando si ha qualcosa da dire, altrimenti è molto meglio tacere. La tua recensione si potrebbe riassumere con un semplice "questo album è brutto perché sì e Caparezza mi sta sulle balle." Ok, ma l'utilità di una tale osservazione mi pare scarsa e non solo su internet ma in un qualunque dialogo. La comunicazione è di per se stessa aperta. Altrimenti tanto vale dialogare con lo specchio, se di dialogo si può ancora parlare. E comunque se non ti frega niente di gente come me che deve puntualizzare e bla bla bla allora perché non disattivi i commenti o qualcosa del genere? A che pro lasciare la possibilità agli altri di esporti un'opinione che non ti interessa conoscere? Ma sopratutto, a che pro offrire ad un pubblico che ti è indifferente la tua opinione? Un quadernetto privato mi parrebbe ben più adeguato.
E scusa se non sono aggressiva come te... ma è che certi toni, vedi, mi risultano così grevi che anche volendo, non riesco ad utilizzarli.
Chiara

Giovanni Amoroso ha detto...

E qui che ti sbagli. Perché? Da quando ho aperto questo blog avrò scritto più di 40 recensioni, permettendomi di fare due esperimenti con questo di Caparezza e l'ultimo dei Coldplay. Recentemente ho scritto questa su Telesio di Franco Battiato: http://stordisco.blogspot.com/2012/01/franco-battiao-telesio-recensione.html

vai a vedere i commenti. È inutile, non c'è nulla da fare purtroppo la situazione è grave, ed è quella che proprio mi aspettavo scrivendo questo su Caparezza, la gente commenta e come, se ti abbassi al loro livello, quello di persone piatte, con un intelligenza minima. Disposta a scagliarsi contro di te se gli tocchi quel suo mondo incantato che io reputo il male di questi tempi. Cosa ti ha spinto a venirmi a fare la ramanzina? COSA? Ma lo capisci si o no che oggi come oggi per ricevere dei commenti "costruttivi" l'unico modo è quello di SPARLARE, siamo in Italia è questa la realtà e tu di questo pessimo stato delle cose ne fai parte e lo alimenti. Preferisco non averci nulla a che fare con gente come te, e mi interessava sapere che in base AI TITOLI (non le recensioni) che pubblichiamo il tipo di gente che accede sul nostro portale, abbia commentato maggiormente solo Coldplay e Caparezza.
Non una critica costruttiva alla recensione di Battiato, perchè?

Anonimo ha detto...

A me pare abbastanza ovvio il perché. In primis, dubito che tu c'abbia messo 20 minuti per scrivere quella recensione e do per scontato che tu gli abbia dedicato ben più cura ed attenzione di quanta ne abbia messa in questa. Perché mai ti si dovrebbe venire a dire che è fatta male? Tutt'al più potevi aspettarti che qualcuno ti facesse i complimenti... o no? Inoltre, sfido chiunque a criticare una recensione positiva su un ottimo lavoro di Battiato, adducendo come motivazioni che Battiato sia un pessimo musicista o non so che altro. Al massimo potevi trovarti di fronte a detrattori del tuo calibro, quando ti ci metti, in grado di dire solo "Invece Battiato fa schifo perché sì." E basta. Oppure brevi ulteriori apprezzamenti al lavoro del grande cantautore... Non credo che potessi aspettarti una ricezione del tuo lavoro chissà quanto controversa. Il punto è che se fai un lavoro fatto male e lo fai apposta, necessariamente ti aspetti reazioni diverse da quelle che prevedi svolgendo un lavoro ben fatto e curato. In qualunque ambito è così. Di che ti stupisci? Le tue affermazioni sono qualunquismo puro. Non raccoglierai mai oro seminando catrame. è proprio lo sparlare a vuoto il male della nostra epoca. Ed è questo che dico fin dall'inizio. Non hai fatto altro che ammetterlo e darmi ragione. Infatti io è per dirti questo che ho scritto. Mica per contestare le tue opinioni. Non mi hai dato basi decenti per farlo. E comunque, se ti fossi limitato a fare tu per primo una critica costruttiva, avrei espresso un'opinione diversa oppure avrei incassato, riflettendoci su. Se ho scritto, è proprio perché il MODO mi ha indignato. Ieri, per esempio, ho letto sempre su Stordisco una recensione su Ninth di Peter Murphy. Non mi trovo d'accordo su tutto ma poiché si tratta di una critica ben fatta, argomentata, curata ed estremamente rispettosa del lavoro dell'artista, non ho trovato nulla da aggiungere. Quello che c'era da dire è stato detto. Per il resto si tratta puramente di opinioni personali che lasciano il tempo che trovano. A che pro star lì a puntualizzare che PER ME un pezzo considerato dal recensore tra i peggiori è uno dei migliori? A me piace, a lui no, c'è poco da dire. é questa la differenza. Se non la cogli, ecco spiegato il problema.
E comunque "un intelligenza" richiede l'apostrofo, sopratutto se quella di chi scrive non è minima.
Chiara.

Giovanni Amoroso ha detto...

Vedi Chiara, a te piace ascoltare Caparezza a me no. A me non va giù che uno che si spacci per "artista" vada trattato come tutti gli altri. È vero potevo argomentare meglio i miei pensieri, ma chi se ne importa. A differenza tua molti hanno appoggiato in pieno quello che ho detto e il modo in cui l'ho detto. Ti rendi conto di quanto siano penose le registrazioni di quest'album, di come siano sparati i volumi. E non bastano i testi, e qui la differenza sostanziale che si ha con Franco Battiato, che nessuno e venuto a commentare perché probabilmente quell'album in pochi l'hanno ascoltato, perché non ha avuto la stassa risonanza di un disco di Caparezza, non fa notizia. Ecco perché allora è importante sparlare, infatti io non mi sono fermato a questa recensione, sono andato avanti come porto avanti tante lotte contro la Siae ecc..
Vedi tu sei quella tipa che ti deve far notare che manca un apostrofo, e che commenta solo perché si è parlato in un certo modo, dal normale, come fosse un sacrilegio.
In realtà ti potrei capire se lo facessi per la lavoro, ma lo faccio per passione e mi urta sentire in radio un pezzo come "Chi se ne frega della musica" brano scritto da uno che fa musica di bassa qualità AUDIO, proprio perché a lui della musica non gliene frega un accidenti e vi prende pure per il culo... Potrei star qui ancora a spiegarti tutto, ma non è proprio il caso. Resta pure della tua opinione. Ciao

Anonimo ha detto...

Prima di commentare/giudicare canzoni di Capa (o anche altri artisti) comprendine il vero significato.
Credi quel che credi. Dì quel che vuoi. Ma mettici un pò di cervello.
Inutile dire che sono d'accordo con Chiara.

"Chi se ne frega della musica"
L'hai ascoltato bene? Non credo...
Qui Capa vuole accusare gli artisti che non si fanno problemi a vendersi per i soldi.
Lui non si vende per soldi. Lui ha un pensiero. Un pensiero che condivide nelle canzoni. E se non sei d'accordo con questi,eh beh, sti cavoli! Capa non prende per il culo nessuno,credimi.
Credo che tu debba risentirti meglio il disco,no? E se non ti è chiaro qualcosa,c'è internet!
E prima di dire cose sensa senso,lavati la bocca.
Non serve a niente insultare direi. potevi benissimo scrivere una recensione senza parolaccie.

Bella la battuta su Goodbye Malinconia.
Eh si,è stata scritta proprio per attirare i fan nostalgici degli anni 80...certo.
Adesso anche sul forum sei finito! Ma sei geniale!
Giovanni, è inutile star qui a parlare con te.
Credi quel che vuoi,ognuno crede quel che crede.

Stammi bene caro.

Ah si...buonanotte.

Anonimo ha detto...

Caro Giovanni, ti invito a cogliere l' ironia di caparezza nel brano "chi se ne frega della musica".
Secondo quali criteri dici che la qualità AUDIO dei pezzi di caparezza sia bassa? Non dovrebbe essere soggettivo?
Michele ama tutta la musica, ma odia tutto ciò che ci gira intorno: Dalle classifiche fino ad arrivare addirittura ai generi stessi. Arriva a dire che certa gente lo riconosce solo per l' immagine, anzichè per il lavoro che fa e per la musica che fa.
Se non volevi che noi argomentassimo i motivi del nostro disaccordo con la tua recensione, perchè l' hai fatta?
E perchè anzichè controbattere con le argomentazioni che trattiamo, passi ad altro?
Cosa ti costa ammettere che ciò che dici non si regge in piedi?
E che senso ha dire che hai scritto questa recensione per vedere quanti di noi venissero a perdere tempo o a dire cazzate, quando tu PENSI quello che hai scritto? E' palese, se noi conosciamo caparezza e lo ascoltiamo, che controbattiamo. A differenza di altri artisti che magari non conosciamo o comunque che te non offendi mettendo in mezzo motivazioni incoerenti.

G.

Giovanni Amoroso ha detto...

Su quale forum? Grazie per i commenti vi amo. ciao ciao

Anonimo ha detto...

ahah giovanni amoroso fai pena

Anonimo ha detto...

A me non piace caparezza ma riconosco che ha dei testi intelligenti/belli/astuti; piuttosto provocanti che mi fanno anche incazzare.. a giusta ragione.
Il che mi porta alla riflessione successiva: perchè la sua musica ha quest'accoglienza così liscia, perchè ci si associa alle sue idee ma di queste ne rimane solo la musica. (che perarltro è proprio quella a non convincermi, musica intesa come forma, non come contenuto)
Forse dovrei arrivare alla conclusione che non mi piacciono i fan! Che si ascoltano quelle diecimila volte l'album, le provocazioni, che una volta afferrate certe cose.. si ritraggono esattamente allo stesso modo con cui ci arrivano. Poi diventa un ritornello, un vanto di un invettiva ben costruita. E mi pare non rimanga molto altro, forse è per quello che diffido caparezza.

Al di là di questo, un po' anche il personaggio non è che lo abbozzi tanto, però è una cosa personale, più che oggettiva.

giovanni amoroso: ero in parte d'accordo con te.

e data l'esposizione al web che è tua e volontaria(e non viceversa), mi permetto de dirtele due cose e in riferimento solo a questo articolo, inutile generalizzare.
su questo articolo ti dico che:
1.recensire o criticare> puoi farlo meglio.
2.non sai proprio rispondere alle persone. saresti il classico tipo da 'ti accoltello' perchè sei talmente ignorante che non ho voglia più di sentirti dire anche solo un'altra parola.>puoi imparare a comunicare.
3.cattivà pubblicità, non è buona pubblicità.
4.giornate no, libertà mancate, urto: ce sta tutto. sii limpido, vedi pure che le conversazioni finiscono prima.
ciao :)
Jonas

Giovanni Amoroso ha detto...

Ciao Jonas, fossero tutti come te ;) Sono d'accordo con quello che dici nella prima parte. Permettimi di dirti però che non ho bisogno di paternali, rispondo come voglio a chi voglio pur "uccidendo2, ma soltanto chi non ha le palle di firmarsi. Di recensioni ne ho scritte molte e questa mi andava di scriverla proprio in questo modo, senza badare alla forma. Se ho voluto fare una critica tagliente non l'ho fatta di certo badando a quello che ne sarebbe scaturito, che credi che non sapevo che questo avrebbe scatenato l'ira di tanti e avrebbe fatto cattiva pubblicità a Stordisco? Lo sapevo benissimo. Tu piuttosto raccontami di te, cosa ti ha spinto a muovere una critica nei miei riguardi? Forse la tua voglia di avere il web in un costante status quo in cui chi prova ad infrangere gli schemi senza mezze misure diventa automaticamente un cretino? Fai parte per caso di quel popolino italico democratizzato che tanto ama la repressione stile gestapo su contenuti liberi, generati da persone che non vogliono sottostare a una precisa linea editoriale?
Dai criticami anche questa recensione, altrimenti devo pensare che sei un tipo a cui piace vincere facile:
http://stordisco.blogspot.co.uk/2012/11/mamavegas-hymn-for-bad-things-recensione.html

Anonimo ha detto...

Più che recensione questo è un attacco a Caparezza.
Citi 2 canzoni su 16 del disco e ti fermi solo ai ritornelli.
Come diceva un altro grande artista che tanto ha ispirato Capa "mò mettiti a sedere ed impara il ritornello, che tanto - in fondo in fondo - ascolti solamente quello"
Quando i testi sono geniali e contengono citazioni su Galileo, Bruno, Savonarola, Giovanna D'Arco, Danton ecc...
Forse neanche avrai capito di cosa parlano veramente i testi.
Questa è pura disinformazione.
Parla del disco e spiegaci cosa non ti piace di Caparezza, prova ad essere concreto e non a fare critiche prive di argomentazioni.

Anonimo ha detto...

"c'è sempre qualche blogger
che mi investirebbe come a Frogger.
Gli bucherò le gomme, bye bye,
al limite può farmi un Sega Mega Drive"

Anonimo ha detto...

Una pessima recensione! Attacco senza senso contro Caparezza... da uno che probabilmente è già prevenuto nei suoi confronti dato che non si può affermare che il livello de "Il sogno eretico" sia da "suicidio psicologico". Ovviamente ognuno ha le sue idee, ma questa recensione (lasciatemelo dire) è una grande CAGATA

Anonimo ha detto...

Decidere se sia peggio Capa o il recensore è veramente arduo, una bella lotta.

Anonimo ha detto...

Dai ragazzi è un troll! non può aver scritto seriamente questa recensione su! o.O

Anonimo ha detto...

Taci

Anonimo ha detto...

"Tanto ci sarà sempre, lo sapete, un musico fallito, un pio, un teoreta, un Bertoncelli e un prete, a sparare cazzate" Francesco

Enrico Rossi ha detto...

Lo so, arrivo in ritardo e non riceverò nessuna risposta, ma commento lo stesso.
Effettivamente per me questo è il peggior album di caparezza per quanto riguarda i contenuti, perché dice tutte cose scontate, ma a volte me lo ascolto e non mi dispiace. L'unica cosa su cui avrei da ridire sono gli insulti nella tua recensione...
P.s. ma tu pensi così solo di quest'album o anche degli altri di caparezza?

Dr Rex ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ