lunedì 19 dicembre 2011

The Sea - Rooftops (Recensione)

The Sea - RooftopsI The Sea sono un duo di Newquay, Cornovaglia, formatosi nella seconda metà degli anni' 00 su ispirazione di band minimali come White Stripes e Kills. Dividendo il proprio tempo libero tra surf e jam session nel garage di famiglia, i fratelli, Alex e Peter Chisholm, affinano la propria alchimia in musica e tracciano le coordinate stilistiche del progetto, andando a puntare apertamente verso le origini di certo pop immortale (Beatles), con un occhio sempre rivolto al blues rock americano anni '70 (Cream). Il solido background pop rock, misto ad una certa cazzoneria punk stile Fratellis, è il punto di forza di una band che giunge al secondo lavoro con “Rooftops”, dieci tracce facilmente accostabili a quelle sonorità che siamo soliti trovare nelle chart inglesi. La formula proposta tende a non porre nulla di nuovo sulla bilancia, bensì è semplice prova di buone intenzioni e di un' urgenza melodica che trova largo respiro in piccole perle come l'opening “New York” (rimembranza New Radicals), le beatlesiane “Where's The Love” e “Silly Love Song”, passando per motivetti radiofonici, (vedi il piano-batteria di “Need Breathe Dream”) fino a slanci più energici su spinta muscolare come le rimembranze Hives di “Panic On The streets of Dalston” o l'attitudine hard rock di “Shake Shake”. In definitiva il brit pop che incontra l'indie contemporaneo non senza regalare attimi di puro godimento in un'opera dal genuino e facile intrattenimento.

Testati dal vivo qualche mese fa, i fratelli Chisholm hanno la mia approvazione.

Voto: ◆◆◆◇◇
Label: Pop up Records/ Lusty Records/ Black Nutria


0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ