martedì 5 aprile 2011

Rumatera - La Grande V (Recensione)

No, non c'è la faccio.. cioè ora parliamoci chiaro ragazzi. Io cerco di essere sempre aperto mentalmente e ben disposto verso i nuovi gruppi, verso i ragazzi che provano ad offrire la propria proposta musicale, cercano di fare dischi, di suonare in giro. Ammetto anche di avere la tendenza e il vizio di pompare un po' le mie 'recensioni', tradendo una voglia di supportare e spingere i giovani talenti. Ma passiamo a questo disco..

I Rumatera sono un gruppo che proviene dal Veneto e che dopo aver dato alle stampe circa un anno fa il loro full-length '71 gradi' tornano ora con un ep di 5 brani, ''La grande V'. In questo lavoro sicuramente spiccano le varie collaborazioni 'artistiche', anche illustri: le Cattive Abitudini (gruppo di 'punk-cazzaro' sempre del Veneto, molto famoso all'interno della scena italiana), il Trio Medusa (si quelli delle Iene), ed il grande Gianni Drudi (si quello di Fiki Fiki). La proposta di questi quattro ragazzi è uno street-punk, se così vogliamo catalogarlo, prevedibile, caratterizzato da arrangiamenti elementari, quanto banali e già sentiti. Signori lo so che sembrerà strano dirlo ma il rock-demenziale è una cosa seria, ci vogliono 'i cosiddetti' per riuscire a farlo in un certo mondo e soprattutto senza sembrare dei 'sempliciotti' o dei partecipanti alla 'Corrida di Corrado'. Esempi superbi sono 'Elio e le Storie Tese' o ancora meglio gli immensi Skiantos, e fidatevi, qui non ci si avvicina neanche un pochino a quel livello, basti sottolineare che la parte migliore del disco è la parte vocale del buon Gianni Drudi, e non penso ci sia bisogno di aggiungere altro. Insomma se siete come il sottoscritto e vi piaccion' le Sbarbine come cantava il buon Freak Anthony avete sbagliato posto, se invece vi piace il gelatino al gusto di panna, limone e cioccolata, come cantava invece nel suo 'storico successo' Jo Donatello (l'erede maschio di Luigi Ciavarola, in arte Gigione) siete proprio nel posto giusto.


Label: Boogie Records

Voto: ◆◇◇◇◇



26 comments:

maverick_ ha detto...

ahahahahahahahhahahahah! che tristezza questi commenti scritti da persone totalmente estranee alla logica dei Rumatera, cosa ancora più deplorevole è definire un gruppo come le Cattive Abitudini 'punk-cazzaro'! E' un oltraggio verso chi cerca di riportare in alto il punk rock italiano! Comunque in questa recensione si denota una grande invidia da parte di chi l'ha scritta!Infatti prima di sparare giudizi così 'inutili' dovrebbe prima informarsi sul lavoro che c'è stato dietro per fare questo Ep! Via festaaaaa! LA GRANDE V REGNA!

Anonimo ha detto...

Ciò se pensavi di trovarti di fronte ad un gruppo demenziale sei rimasto inevitabilmente deluso dai Rumatera!! Loro però non sono demenziali, fanno sul serio bello...

Marco Borra ha detto...

Allora punk-cazzaro era inteso per descrivere la loro attitudine a far festa, bere ecc sempre con tranquillità e semplicità (ed è un complimento, non un offesa).. beh cazzo pezzi come 'viva la foca' con drudi io li prendevo come 'demenziale' ma ognuno è libero di pensarla alla sua maniera.. invidia? di cosa? guarda che se dovessi scegliere un gruppo da invidiare, ne avrei altri 10000000 prima di loro.. il lavoro che c'è dietro? spiegamelo tu saputello, non sono bravo a scoprire i valori intrinsechi in lavori concettuali come questo...

Marco Borra ha detto...

e comunque per me testi brutti, zero originalità, e arrangiamenti già sentiti.. che devo dirvi?

maverick_ ha detto...

Per te! a noi non interessa niente quello che pensi tu! di gente come te ne facciamo volentieri a meno! quindi Ciao Beluuuuuuu!

Anonimo ha detto...

Ma che gente del cazzo è quella che dice che non frega niente di ciò che pensa un tipo che recensisce un album, se poi appunto viene a commentare e insultare senza cognizione di causa ? Vi contraddite da soli..,

Marco Borra ha detto...

Infatti è PER ME.. IO SCRIVO IN UN BLOG, E NEL MIO BLOG DICO COME LA PENSO IO.. SE TU NE FAI VOLENTIERI A MENO, SEI DOPPIAMENTE COGLIONE PERCHE' PERDI IL TUO TEMPO A LEGGERE LA MIA DI OPINIONE E A COMMENTARLA..

Anonimo ha detto...

Cmq il recensore non capisce un cazzo di musica.. già hai associato la parola 'cazzaro' a quello che è universalmente riconosciuto come il migliore gruppo punk italiano ma poi come cazzo fai a mettere un voto così basso ai Rumatera? Ma hai ascoltato bene il loro disco? il lavoro che c'è dietro? E' una delle cose migliori che ho ascoltato ultimamente, se non la migliore.
Carlo

mat ha detto...

"Rock-cazzaro"??? "Band demenziale"??? WTF? Forse il recensore non ha capito che quando si valuta una band bisogna anche tenere conto del genere musicale di appartenenza....è inutile che cerchi arrangiamenti alla "Pink Floyd" quando recensisci una band punk-rock! Inutile perchè si tratta di due mondi differenti! Qualitativamente in live la band in questione è una delle migliori in circolazione e poi c'è da notare che se ad ogni show si fà il "tutto esaurito" un motivo c'è....

maverick_ ha detto...

A volte capita anche di voler leggere le recensione per trovare anche delle critiche costruttive su cui poi fondare la propria opinione, a quanto pare tu le recensioni le fai a seconda di come ti sveglia alla mattina. Comunque quello che mi piacerebbe farti notare è che il fenomeno 'Rumatera' è costantemente in aumento, penso ci sarà una ragione specifica, se poi ripeto tu ci rosichi sopra come pochi allora questo è un altro paio di maniche! Nessuno di noi verrà mai a dirti che non devono essere fatte delle critiche ai Rumatera , anzi, le critiche vanno fatte eccome, però devono essere costruttive. Nel tuo articolo non hai fatto altro che infangare il lavoro di questi ragazzi, se questo ti porta soddisfazione buon per te, certo è che da una pagina come questa ci si aspetterebbe qualcosa di più intelligente. Tutto qua. Ci si vede in giro...

manu_182 ha detto...

viva i rumatera viva el veneto viva i tosi/e de campagna e viva a figaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa !!!!!!!!!!!!!!!!

stefano ha detto...

Se nel 75 uno avesse detto ai Ramones che blitzkrieg bop/havana affair era "prevedibile, caratterizzato da arrangiamenti elementari, quanto banali" il punk non avrebbe padre! Una recensione così priva di moderazione non l'avevo mai vista prima...mi spiace davvero, sentirò sto EP alla prima occasione, sono sicuro che non mi deluderanno!

Grandissimi i Tosi de campagna!

Il_Biondo ha detto...

Ma se invece di perderti in migliaia di parole avessi commentato un poco di più l'aspetto musicale del disco? Ti sei limitato a due righe striminzite...
P.S. No, non preoccuparti, non sono un invasato "Toso de Campagna" che difende i Rumatera qualsiasi cosa venga loro detta XD
@Stefano: Se permetti, nel '75 non c'erano ancora stati migliaia di gruppi Punk-Rock tutti uguali tra di loro...

Marco Borra ha detto...

1 il fattore 'quante gente c'è ai concerti'non conta perchè allora la Pausini, Antonacci & co anche fanno live stra-pieni.
2 i Ramones non sono certo prevedibili e banali.Cmq nessuno pensa che chi fa punk faccia pezzi 'tutti uguali e già sentiti', ci sono miriadi di band che fanno pezzi in puro stile punk ma senza arrangiamenti prevedibili, già sentiti e banali come in questo caso.. zero inventiva.. io poi non ho infangato il lavoro di nessuno, ho detto la Mia opinione.. tutti liberi di pensarla diversamente ma alle mie orecchie questo Ep suona così.

stefano ha detto...

@ biondo: il mo commento era volto a sottolineare che il punk è nato da arrangiamenti elementari e banali chiaramente...
@ Marco: per riempire San Siro è sufficiente una partita di calcio...

Il punk rock italiano anni 90 era fatto in un modo che, se ascolti qualsiasi disco di quegli anni ti pare lo stesso gruppo!

In generale: sulla base dei due album precedenti io sarei stato un pò più morbido, avrei fatto dei paragoni e cercato di spiegare il perchè di questo apparente "tonfo".

maverick_ ha detto...

Che non è assolutamente un 'tonfo'! Anzi è l'ennesima dimostrazione che loro suonano per divertirsi! E questo è un pregio che pochi possono vantare!...è la loro più grande vittoria!

Anonimo ha detto...

Per approfondire comunque consiglio al recensore di seguire un live dei Rumatera (e anche delle Cattive!).. assicuro che live sono tutt'altro che una band punk-rock monotona anzi l'energia e l'esplosività caratterizzano in ogni nota le loro canzoni.

Besse

Anonimo ha detto...

Rumatera sempre grandissimi, presentazione di "La Grande V" in anteprima al Deposito Giordani a PN è stato un successo strepitoso come sempre... chi ha scritto questa recensione evidentemente vuole solo screditare il lavoro di Rumatera e deli artisti che hanno partecipato alla collaborazione del disco... W I Rumatera....

Anonimo ha detto...

A L L U V I O N E

ceva ha detto...

al recensore non piace la foca

DEX ha detto...

Ma poi, in italiano, cosa significa:
"No, non c'è la faccio.."?

dioslòz ha detto...

cazzo parli di arrangiamenti e originalità come se questa musica volesse proporsi come artistica! non è quello il loro obiettivo, non puoi criticarli per questo! e comunque volendo dirla tutta, hanno dei bei suoni e non fanno registrazioni del cazzo come quasi tutti i gruppi punk... si propongono prima di tutto al pubblico veneto e da questo hanno ottenuto tantissime soddisfazioni, poi non so come sia vederli al di fuori. Comunque come ogni gruppo serio, suonano per la gente e gasando chi li ascolta! E ce la fanno, tutti i gruppi dovrebbero fare così... e se si ricerca la musica artistica, si ascolti quella classica o quella contemporanea. Fa comodo fare quello che parla bene della musica senza impegnarsi per ascoltare (questo non lo dico particolarmente a te ma è in generale)

Anonimo ha detto...

Rumatera, uno stile di vita. Sti boari spaccano sul serio. bisogna saperli amari. abbasso fighetti del cazzo, viva boarotti ♥
la grande v resta sempre qua!

Anonimo ha detto...

ma.. io nn direi.. allora viva il gelato... ciao belouu

Anonimo ha detto...

non so di dove sia l'autore dell'articolo, ma devo dire ed è la realtà che i Rumatera in Veneto sono seguitissimi qui in Veneto, hanno migliaia di Fan su Facebook e più di 100000 visualizzazioni su Youtube di parecchi dei loro video(no 100000 in totale, ma per video). questo gruppo, si di rock demenziale , ma assolutamente non banale, lo capisce molto bene chi parla il Veneto visto che le citazioni nelle canzoni sono "slang". per uno di fuori regione è difficile da capire, ma assicuro tutti che questi ragazzi sono demenziale ma in modo intelligente ( dei geni travestiti praticamente) ed è per questo che piacciono così tanto ai giovani : spontaneità e genialità.

Francesco

Fuco ha detto...

A parte il valore del disco, prima di scrivere una recensione, bisognerebbe saper scrivere in italiano.

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ