venerdì 30 settembre 2011

Jessica Lea Mayfield - Tell Me (Recensione)

Jessica Lea Mayfield - Tell MeClasse '89, anellino al naso. faccia pulita. Apparecchio ai denti, voce sottile. Malinconia, giovinezza e stile.

Lei è Jessica Lea Mayfield. Il suo esordio precoce a 15 anni, con l'EP "White LiesEP", fa sì che venga notata da Dan Auerbach, leader dei Black Keys, che la introduce in un mondo più adulto di fare musica, non più relegata in una cameretta. Il 2008 è il momento del suo primo LP "With Blasphemy So Heartfealt", album prodotto dal già citato Dan Auerbach che si dirà entusiasta di lavorare con lei. L'etichetta del musicista Folk\Rock è limitante per un'artista come Jessica, che va al di là del bel modo di fare musica e riesce ad immetterti in un mondo che passa dalla tenerezza all'angoscia, quasi stesse cantando e suonando in una dimensione parallela, forse ancora rinchiusa nella sua cameretta.

Nel 2011 è il turno del suo nuovo LP "Tell Me" uscito a febbraio, sotto l'etichetta Nonesuch\Warner ma non è ancora tardi per parlarne e soprattutto non è inutile perché quest'album è sicuramente un lavoro che arricchirebbe la libreria musicale di ognuno di noi! Brani come "Somewhere in Your Heart" e " Sometimes at Night" li sceglierei colonna sonora delle mie giornate. In questo nuovo lavoro ritroviamo uno spettro di suoni e atmosfere cupe che scioglie il Folk e le chitarre graffianti per abbracciare un Pop più delicato ma sempre accattivante. Il brano di apertura del disco "I'll be the one that you want someday" parte con un intro un po' alla Nancy Sinatra ma la soluzione del pezzo si risolve in modo meno ipnotico e più introspettivo così come la canzone che chiude invece l'album "Sleepless" è totalmente pregna del carattere emotivo e intimo di questa cantautrice. Il lavoro di Jessica Lea Mayfield riporta a questa ondata di nuovi e giovanissimi talenti quali Laura Marling, Sarah Jeffe, o gruppi come Wey Oak (duo di Baltimora che mescola Folk con noise) o ancora come The Everybodyfield".

Curiosità! Il nome di Jessica Lea Mayfield lo troviamo anche nello Spin, album tributo ai Nirvana, con il quale "Nevermind" viene totalmente e interamente e (forse meno fedelmente) interpretato da artisti del calibro dei Meat Puppets e dei Vaselines, proprio nel 2011, anno in cui cade il ventennale dell'abum. Jessica coverizza il brano "Lounge Act"

"Tell Me" è sicuramente un album consigliato e lei, lasciatemelo dire, è una tosta!


Voto: ◆◆◆
Label: Nonesuch\Warner

1 comments:

Gaetano Sanitate ha detto...

wonderful!

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ