giovedì 29 settembre 2011

Morkobot - Morbo (Recensione)

Morkobot MorboCon un intro che ricorda il tanto atteso album di due anni fa degli Alice in Chains "Black Gives Way to Blue", potente e scandito, si presenta il quarto cd del trittico lombardo Morkobot.

"Morbo" è davvero una malattia travolgente, ma soprattutto è di nuova conoscenza e, per ora, incurabile perchè con due bassi ed una batteria, l'approccio al rock sperimentale ed alla psichedelia è decisamente nuovo. La novità è anche nello stesso cd, più potente rispetto agli altri, più oscuro ed incalzante. Sette tracce vengono portate avanti solo strumentalmente e, seguendo quelle che erano state le parole di uno dei componenti del gruppo, Lan, sul precedente lavoro ''Morto'': "L'abbandono dell'intelletto, il disattivare il proprio cefalo durante l'esecuzione è diventata prerogativa assai portante", capiamo quanto l'esperimento sia il vero filo conduttore dei lavori del trio, quanto questo sia la matrice di ogni brano. Ed è cosi che risuona anche in "Morbo", dove sembra che “Orkotomb”, “Orbothord”, “Oktrombo” siano un'unica grande traccia spezzettata e le altre rimanendo vicine, ugualmente, non alterano il ritmo e la continuità del disco.

Il verbo di Morkobot ci arriva forte e chiaro.

Voto: ◆◆◆◆◇
Label: Supernaturalcat


0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ