martedì 20 marzo 2012

The Mojomatics - You Are The Reason Of My Troubles (Recensione)

The Mojomatics - You Are The Reason Of My TroublesA dispetto di un titolo dal tono perentorio, che in italiano suonerebbe più o meno come "Tu sei la causa dei miei problemi", il nuovo album dei Mojomatics attira l'attenzione afferrando la grinta per le orecchie come un coniglio dal cappello ed esplode immediatamente in una conflagrazione di allegria. Ci ritroviamo con una sveglia musicale impazzita sul comodino a tirarci giù dal letto insistendo che ci si butti dell'acqua fresca in faccia e si cominci la giornata come si deve. Il duo veneziano, composto da Matteo Bordin alla voce e alla chitarra e da Davide Zolli alla batteria, dopo una lunga serie di EP, una collezione di greatest hits e tre album, ritorna allegramente in scena con le sue irresistibili chitarre e ci prende per le spalle scuotendoci musicalmente con vigore.
"You Are The Reason of My Troubles" ,frutto di tre anni di duro cesello e di un attento studio sull'addolcimento delle tracce, si fa ascoltare con prepotenza ricordandoci immediatamente i migliori lavori di Byrds e Kinks, e si impone all'ascolto con sfacciataggine tra cembali e semplici giri di accordi su cui la voce, vagamente Dylaniana nel fraseggio, intona melodie pulite ed orecchiabili, talmente dirette da riuscire ad ispirare un'allegra fischiettata ancor prima del sing along.
L'album è una collezione di piccole esplosioni musicali ed irrompe senza mezzi termini con la spensierata "Behind the Trees", una sorta di inno estivo scandito da un handclapping alla George Harrison che mette immediatamente di buon umore mentre "You don't give a shit about me", disperatamente ispirata a Dylan con la sua fisarmonica ed il suo tappeto di chitarra folk, allenta leggermente la sfrenata gioia delle tracce precedenti regalando un momento di malinconica riflessione stemperata nell'ironia.
"Feet in the hole" è un blues incalzante che si impone con un'interessantissima sezione ritmica in solo raggiunta in seguito dal resto della strumentazione e dal cantato.
A chiudere l'album ci sono "Ghost Story",che ribadisce gli spudoratissimi richiami retrò agli anni '60 in un giro di piano di stampo profondamente beatlesiano, e "Her Song" che suona come una b-side dei Beach Boys tra atmosfere sognanti e chitarre in eco.
"You Are The Reason of My Troubles" è un curatissimo tuffo nel passato, un'allegra raccolta di tracce dal sapore vintage che cantano l'amore e la delusione nei toni dell'irriverenza e della spontaneità più diretta.
Curato maniacalmente nel dettaglio, sia a livello strumentale che nella registrazione analogica e nell'artwork, quest'album celebra la passione del duo veneziano per i Sixties e per le felici sonorità che li caratterizzavano, divenendo un tributo alla canzone di buon gusto e all'onestà di un periodo musicale genuino e senza fronzoli.

Voto: ◆◆◆◆
Label: Outside Inside Records/ Wild Honey Records

0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ