lunedì 11 aprile 2011

Foo Fighters - Wasting Light (Recensione)

Ammetto di essermi preso il mio tempo per iniziare a scrivere questa recensione, cercando di metabolizzare al meglio quest' album, di ascoltarlo a lungo, sicuramente 'viziato' e 'portato' a comportarmi in questo modo dal grande rispetto che un personaggio come Dave Grohl, a prescindere dal fatto di essere fan o meno del suo lavoro, merita. Una figura sicuramente degna di nota sia per la sua storia (il battere pelli per i Nirvana) che per il suo ruolo di figura chiave della scena rock-mainstream attuale, in cui riesce sempre con sapienza a distinguersi e a catturare il centro dell'attenzione (con i suoi Foo così come con le stupende collaborazioni che vanno dai QOTSA ai Prodigy) senza mai perdere la dignità. Bene questo 'Wasting Light' era sicuramente uno degli album più attesi dell'anno, sostenuto da una grande campagna mediatica incentrata sopratutto sulle presenza di Butch Vig al 'mixer', di Novoselic al basso (anche se in un semplice pezzo 'I have should have know'), ma soprattutto sulla scelta di registrare tutto in analogico, senza l'utilizzo di computer ecc nel garage del buon Dave. Graditissimo anche se meno osannato è il ritorno del grande Pat Smear, ma qui mi lascio deviare dal mio amore per i Germs più che da un oggettivo salto di qualità. Beh i Foo Fighters come mi aspettavo si sono confermati sui loro livelli, dando alle stampe un lavoro veramente ben fatto, molto più crudo ed essenziale e soprattutto più 'pesante' degli ultimi, lasciando veramente poco spazio a momenti 'più leggeri', alle ballads così come a pezzi più easy-listening, che invece avevano contraddistinto i loro ultimi lavori. Ecco uno dei problemi potrebbe essere proprio questo. 'Wasting Light' rischia di essere un ascolto 'pesante' e troppo 'omogeneo', perfetto, e di sicura grande resa e impatto dal vivo, ma alla lunga un po' stancante e ripetitivo se ascoltato in cameretta. Sicuramente tutte le tracce sono di buonissima fattura, e la mano di chi ha forgiato il Nevermind-sound si sente, ma rispetto ad un tempo mancano i pezzi di 'un altro livello'. Mancano le chicche di pop-rock, se così le vogliamo definire, mancano i pezzi da stadio, i sing-along, mancano i capolavori assoluti, come una Everlong ad esempio. Questa voglia di dare alle stampe una lavoro duro e crudo ha fatto perdere, secondo il sottoscritto, la possibilità a Grohl di concentrarsi su ciò che gli riesce meglio: pezzi rock-mainstream, commerciali, ma allo stesso tempo di impatto e soprattuto, bellissimi. In sintesi se quello che cercate sono spruzzate di Salvador Dalì miste ad atmosfera e sentimento, con rimandi all'arte concettuale, non sprecate il vostro tempo neanche a dare un ascoltata allo streaming gratuito, ma questo sicuramente lo sapevate già, se invece quello che volete è un onesto album di rock diretto e spensierato, Wasting Light vi accompagnerà per 47 minuti senza alcun problema.. ma non chiedetegli nulla di più.

P.s Togliere mezzo voto se non si è fan dei Foo Fighters o delle produzioni 'Grohliane'


Label: RCA Records

Voto:



37 comments:

Anonimo ha detto...

... un disco così te lo sogni la notte... e magari sogni anche di sentirlo alla radio suonato da qualcun altro... sarà per un'altra vita caro Borra...

Anonimo ha detto...

Questo disco è una merda a proposito di sognare anonimo svegliati e ascoltati musica decente !!!

Marco Borra ha detto...

Ma ho detto che è un brutto disco? non mi pare

Anonimo ha detto...

Marco è stato anche troppo tenero secondo me.
Doversi attaccare al ritorno del redivivo novoselic (tra l'altro per suonare un pezzo che potrebbe suonare anche un ritardato senza le braccia)per farsi pubblicità la dice lunga su quanto il nostro dave stia oramai raschiando il fondo del barile.

Carlo

Anonimo ha detto...

Ma che cazzo dici Carlo? Si vede che nn capisci un cazzo di musica.. questo è il miglio disco che ho sentito in questi ultimi 5 anni, almeno.

Luca

Anonimo ha detto...

Dire che in questi ultimi anni non hai sentito niente di meglio la dice lunga su quanto tu possa capire di musica.

Carlo

Anonimo ha detto...

Carlo win per me

Anonimo ha detto...

Sicuramente più di te che sarai il tipico frustrato da un lavoro manuale che non lo soddisfa (che ne so tipo il giardiniere) e vieni qua a sfogare la tua frustrazione..

Luca

Anonimo ha detto...

Magari facessi il giardiniere, è stato sempre il sogno della mia vita. tu invece cosa fai Luca? Intendo oltre ad ascoltare dischi orrendi di rock-star ammuffite.

Anonimo ha detto...

Io sono un dirigente in azienda, sono realizzato, e ho tutto il tempo che voglio per ascoltare dischi..

Anonimo ha detto...

Nonostante abbia tutto questo tempo continui ad ascoltare ciofeche, il problema quindi è proprio nel tuo cervello.

Carlo

Anonimo ha detto...

Ragzzi obiettivamente vorrei dire la mia...sono cresciuto anche con i Fu Faiters. Ho apprezzato ogni loro disco fino ad In Your Honor che personalemente rimane l'album più profondo della band...Ora secondo me non c'è neanche da parlarne più di tanto di questo disco. Persino le riviste specializzate come Rumore l'hanno gestito come un album qualsiasi con una scialba e breve recensione e un 7 quasi politico. Quindi signori vi invito ad ascoltare altre cose molto ma molto più interessanti e attuali...
cordialmente
Marcello C.

Anonimo ha detto...

Ma qualcuno ti ha chiesto niente? ma fatti i cazzi tuoi o vatti a buttare al fiume..

Luca

Anonimo ha detto...

Cero che dire che un disco fa schifo e usare come argomentazione:"le riviste specializzate come Rumore l'hanno gestito come un album qualsiasi con una scialba e breve recensione e un 7 quasi politico" è dimostrazione lampante della tua indipendenza intellettuale, che ti faccia schifo ci può stare ma non che ti faccia schifo perchè lo dice rumore. Devono sempre dirti cosa pensare? La mattina i vestiti te li sceglie la mammina? Maddai

Alfonso

Anonimo ha detto...

Mi trovo d'accordo con quello che ha scritto Alfonso, fermo restando che il disco mi fa schifo.

Carlo

Anonimo ha detto...

Mio malgrado mi trovo d'accordo sia con Alfonso che soprattutto con Luca.. IndiePoser a casa please

Carlo

Anonimo ha detto...

Dave Grohl senza Kurt Cobain non è niente.. c'è ne di gente che non capisce un cazzo

Anonimo ha detto...

AHHAHAHAh era solo un esempio quello di Rumore brutti idioti...che se la scrivevo io questa rece sarei stato molto più cattivo e mi avrebbero attaccato dicendo le solite minchiate "chi sei tu gionalista !?" Che il disco l 'ho ascoltato almeno 10 volte e fa ridere i polli...ma avete mai sentito nominare Squirrel Bait, Dinosaur Jr ?! Ah no giusto ! voi spendete tempo a parlare dell ultimo disco dei Fu Faiters che bene o male li conoscono pure sulla luna e probabilmente vi mancano i pezzi di ascolto per concepirlo il genere...
Sempre vostro
Marcello

Anonimo ha detto...

AH dimenticavo il recensore qui è stato piuttosto equidistante e onesto e mi trova d'accordo almeno nel suo modo di presentare quest'album...
Marcello

Anonimo ha detto...

marcè ti vuoi fare il fregno citando due band che conoscono pure le pietre? ma come stai messo?

Anonimo ha detto...

Mi fa piacere le conosciate. Ottimo è già un inizio. Allora se le conoscete non penso dobbiate dare tutto questo peso a quest'album. Semplice. Vi piace, non ci piace ? Cazzi vostri, per me è un album di una band che ormai non ha più nulla da proporre, non so voi...non lo prenderei nemmeno in considerazione...

Anonimo ha detto...

Secondo me è il loro miglior album.. hanno raggiunto la piena maturità, ora.

Fabrizio

Anonimo ha detto...

luca e carlo siete due coglioni andate a mangiare la merda

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
luca e carlo siete due coglioni andate a mangiare la merda

WTF ?! lol

Anonimo ha detto...

mi manca pat smear....
Glauco

Anonimo ha detto...

lore-rock

ho ascoltato tutti gli album dei foo fighters, compreso questo ultimo. chi come me ha trovato un emozione nuova e sensazioni diverse ad ogni album vedrà in wasting light il perfetto connubbio dei vari album e scoprirà sensazioni nuove, riconoscendo il loro stile unico anche in questa nuova ricerca artistica, ricerca artistica che come in ogni loro album, è sembre qualcosa di unico.
chi invece lo ascoltato per tapparsi le orecchie, non troverà nulla... io intanto mi ascolto walk ripensando a new way home, oppure ascolterà white limo ripensando a weenie beenie contenuto nell'album di esordio, cose che solo chi segue i foos può capire

Anonimo ha detto...

lore-rock

poi quel togliere mezzo voto se non si è fan...
se non si è fan non si può capire nenanche l'1% di questo album

Anonimo ha detto...

o.O

Anonimo ha detto...

volevo leggere una recensione e poi ho fatto la cazzata di scendere a leggere i commenti... mah, sarà che io non sono un intenditore, ma mettersi a trollare come pazzi fanatici e ad offendere degli sconosciuti per il solo fatto che hanno delle opinioni personali mi sembra una follia :) a me il disco non dispiace, anche se non è particolarmente originale. E ora giù offese!

Marco

Anonimo ha detto...

una recensione su come si zappa la terra no? "critici musicali" che... perepè quaqua quaqua perepè!!!!!!

Anonimo ha detto...

vaffanculo a tutti!ahahahahah!perché non facciamo un sito con i commenti alle recensioni di Stordisco!?:D!ahhaahah!

Anonimo ha detto...

\m/_

Anonimo ha detto...

I Foo Fighters mi hanno sempre fatto cagare....ma questo disco è sicuramente il loro migliore. Sano, energico rock'n'roll com'è sempre più raro ascoltarne.

Anonimo ha detto...

Non ho mai approffondito troppo i Foo Fighters se non per i pezzi piu' conosciuti. Devo dire che questo album mi ha incuriosito ed ascoltarlo e' stato molto piacevole. Non posso dire un capolavoro ma sicuramente bello. E poi a mio modesto parere troppa gente ascolta dischi per poi paragonarli agli altri. Cosi che il 99% degli artisti fanno bene il primo disco e poi giu' tutti ad insultare i successivi perche' non originali. Troppi schemi mentali, molta gente pensa di saperne di piu' solo parlando di gruppi che conosce solo lui. Pensiamo che la musica e' una cosa molto personale, apriamo i nostri orizzonti e ascoltiamo senza pregiudizi, senza cattiveria. La rabbia verso quello o quel'altro e' solo un indice di non essere liberi di mente e quindi nemmeno di giudicare musica senza pregiudizi. Pensateci

Anonimo ha detto...

DAI CHE IO LI VO A VEDERE A UDINE

ALLA FACCIAZZA DI CHI NON CAPISCE NULLA DI MUSICA

LUCA

Anonimo ha detto...

boh... a me piace! Fanculo

free ha detto...

...come tutti gli album de FF è suonato da paura ma rimane sempre college rock, se uno è appassionato alla musica dell'anima non impazzira' di certo per questo album, per chi ama la musica da ascoltare mentre impenni in moto o ti lanci con un paracadute magari gli puo' piacere. per alcune cose (come la musica suonata bene) un giudizio assoluto è soltanto superbia - a me non sono mai piaciuti comunque

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ