mercoledì 12 marzo 2014

STORM(O) - Sospesi Nel Vuoto Bruceremo In Un Attimo E Il Cerchio Sarà Chiuso (Recensione)

Un volo tutt’altro che planare. Perturbazioni alla partenza.

Dall’incipit capisci che sarà un viaggio lunghissimo, lungo vie impervie, ci aspettano solo salite, nessuna discesa. La pesantezza con cui si apre il nuovo disco degli Storm(o) è qualcosa di abbacinante,” Il Volo”, lo strumentale iniziale delinea la rotta e sublima il futuro, la violenza espressiva di “Supernova” colpisce allo stomaco, manca il respiro, ad un tratto.

"In fuga” è un concentrato di nichilismo disperato, evidenza del pensiero su cui si basa il disco, un’assenza di speranza, le note ripetute e sputate in faccia si attaccano ai testi “Come mille insetti affollati ad un lampione”. Il pezzo è l’attacco frontale di un solitario: “Ogni volta che vi vedo mi sforzo di aprire gli occhi sperando in un brutto sogno".

"Ma non c’è niente da fare, purtroppo esistete davvero” ogni spiegazione è superflua.

Il terzo disco degli Storm(o) è spiegato nei primi tre pezzi, le coordinate sono totalmente chiare, quasi sono un manifesto di “Sospesi Nel vuoto bruceremo in un attimo e il cerchio sarà chiuso” Lo screamo italiano di stoffa buona, post hardcore sanguinante, emoviolence. Ennesima rappresaglia sonora. Gli storm(o) attivi dal 2005 e provenienti da Belluno, si confrontano con se stessi e le massime autorità del genere, ponendosi come contraltare ideale allo scempio senza fine a cui è sacrificato questo inizio 2014 della musica italiana.

Una sofferenza che è redenzione e che ci eleva sia nello spirito che nella carne. La violenza hardcore di "D’istanti" sia monito, sembra non esserci soddisfazione nemmeno nell’amarsi, oggi, il tormento è claustrofobia “Diminuisce la distanza tra me e te, aumenta la distanza tra me e l’aria.” I frantumi d’amore si polverizzano in “Un coltello, Compassione o Comprensione” “Viviamo nella speranza di una causa morta in partenza”, urla Luca, e sono le urla di tutti quelli che sono stati dilaniati, “consumati dalle intemperie”.

Disco profondo, disperato, prostrato alla sofferenza emotiva e alla violenza espressiva “ nel vuoto bruceremo in un attimo e il cerchio sarà chiuso” è la carcassa di un’umanità crivellata dai colpi della vita, resa poltiglia l’unica possibilità è far trapassare lo spirito.

Un disco necessario, oggi, un disco necessario per la sopravvivenza dell’ecosistema alternativo, necessario per sopportare e sopportarsi in ogni ambito dell’umana esistenza. No, non ho esagerato, la violenza ci salverà tutti.

Di seguito streaming e free download dell'album:

Voto: ◆◆◆
Label: Fallo Dischi/Dischi Bervisti/Shove/La Fine/Apileptic Media/Here And Now! Records

0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ