giovedì 24 aprile 2014

Pocket Chestnut - Big Sky, Empty Road (Recensione)

Il folk dei milanesi Pocket Chestnut si affaccia sull'arrivo della primavera come una dolce folata di vento. "Big Sky, Empty Road" è la leggerezza di un viaggio in moto, la voglia di uscire quando spuntano i primi tiepidi soli di marzo. La loro musica evoca prepotentemente la prospettiva e la cromatografia della copertina, pittoresca. Come loro, che al posto della grancassa usano una valigia (!!!) e possiedono una valigetta ricolma di qualsiasi oggetto esistente sul pianeta capace di emettere suoni o rumori, a completa disposizione del pubblico durante le loro esibizioni live. Insomma, tutto diventa pittoresco.

Il loro lavoro si trasforma in un piccolo saggio di spontaneità e spensieratezza che poggia su basi estremamente solide, compatte. Ogni traccia risulta indissolubilmente legata alle altre, in un'amalgama la cui consistenza non può non nobilitare il risultato finale. "Spread my love" ci coinvolge in un uragano di lirica e d'amore. "Now" è la parafrasi di un brit-folk al sapore di fragole (e di Beatles) che condensa in pochi minuti tutta la poetica della band, in cui l'essenziale domina sul particolare, il collettivo sul singolo, il bicchiere mezzo pieno sul bicchiere mezzo vuoto.

Tutto questo si ripercuote inevitabilmente sugli arrangiamenti (solari e delicati), sulla stesura dei testi (densi di positività), sulle trame ritmiche (scarne, semplici, dirette ed efficaci) e perfino sull'approccio generale nei confronti della realtà "esterna" (fare riferimento all'artwork in copertina e ai loro concerti, già citati in precedenza). "Almost the end", oltre ad essere uno dei loro brani più ispirati, regala al disco una chiusura perfetta, melanconica ma dolcissima. Fosse durata anche qualche minuto in più nessuno avrebbe avuto da ridire.

In una scena italiana in cui il folk di stampo british viene trattato (a torto) sempre peggio i Pocket Chestnut intervengono tempestivamente gettandoci un vero e proprio salvagente. La riva, adesso, è più vicina.

Voto: ◆◆◆
Label: Dischi Soviet Studio

MILANO ACOUSTICS: Pocket Chestnut - Spread My Love from Mindmill on Vimeo.


0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ