lunedì 7 febbraio 2011

How to Destroy Angels - How to Destroy Angels Ep (Recensione)

Questo è il nome del progetto (nonchè di questo E.P. datato 2010) con cui Mr. Trent Reznor fa ritorno sulla scena musicale dopo due anni di silenzio discografico dall'ultimo prodotto (The Slip, 2008) della sua creatura "Nine Inch Nails". Lo accompagnano in questa nuova avventura la consorte Mariqueen Maandig (West Indian Girl, 2004-2009) e il fidato Atticus Ross, già accreditato come programmatore/produttore in molti lavori dei "NIN" (tra cui Ghosts I-IV in cui compare anche come performer). Per quanto riguarda invece la distribuzione del disco, è stata scelta inizialmente l'esclusiva del "digital download" (scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale della band http://howtodestroyangels.com), salvo in un secondo momento farlo approdare nei negozi nella più "canonica" versione compact disc (è stata annunciata anche una versione su vinile che però a tutt'oggi non ha ancora visto la luce), ma arriviamo al cuore pulsante (e non è un eufemismo) del prodotto, la musica. Al primo fugace ascolto il disco scorre via piacevolmente (anche se non sempre di "facile ascolto"), le sensazioni che trasmette sono molteplici e a tratti discordanti\dissonanti, nonostante l'influenza "industriale" che pervade tutto il lavoro come un filo conduttore sia ben definita. Ma è nell'ascolto reiterato che esprime il meglio di se. Una volta entrati nel "mood" si scoprono particolari sfuggenti, come in una sorta di caccia al tesoro si vaga senza meta apparente attraverso atmosfere dark e paesaggi solarizzati, in un continuo gioco di luce\ombra. Suoni sintetici distillati come da un sapiente chimico, ballate post-atomiche, foreste elettroacustiche e sequenze analogiche distorte, scale di grigi, voci filtrate e scomposte, dispersi in un luogo in cui si fatica a distinguere fisico ed etereo. In conclusione un disco carico, pregno di emozioni, da ascoltare ad occhi chiusi, per lasciarsi trasportare senza controllo, sempre in bilico tra sogno e realtà. E citando il personaggio di un famoso film vi lascio con un quesito: avrete il coraggio per vedere quanto è profonda la tana del bianconiglio?

Label: The Null Corporation
Voto: ◆◆◆◆◇


1 comments:

Franco Di Battista ha detto...

Un disco fantastico.
Niente da dire.

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ