giovedì 30 giugno 2011

Raein - Sulla linea d’orizzonte tra questa mia vita e quella di tutti (Recensione)

I Raein sono tornati o forse non se ne erano mai andati. Nati circa una decade fa da una costola dei La Quiete e Neil On Impression, la band romagnola è uno di quei capisaldi della scena emo screamo italica con un ampio seguito anche all'estero come testimoniato dai testi tradotti in inglese che troviamo affiancati a quelli in italiano nella zip di questo loro ultimo abum. Perchè i Raein questo loro (improvviso) ritorno ce lo regalano in frì daunlò qui. Un regalo di quelli che neanche quand'eri piccolo e chiedevi a babbo natale il Millenium Falcon delle Micro Machines.

"Sulla linea d'orizzonte tra questa mia vita e quella di tutti" (badate che sarà la prima e ultima volta che mi troverete a scrivere per intero il titolo di quest'album) è come una caramella da mettere in bocca e gustare lentamente. Man mano che la si succhia, l'iniziale dolcezza zuccherina lascia il posto all'amarezza di un dolce privato della sua caratteristica che quando si dà il morso finale sembra di mangiare pietra. Malinconia affine ai più, riversata come un fiume in piena su di noi che restiamo tramortiti da una rabbia viscerale che sa di arrendevolezza e allo stesso tempo di voglia di andare avanti, di esperienze vissute e lasciate alle spalle. Un album profondo come un abisso, bagnato da sudore e lacrime, con occhi sgranati, umori irrequieti, melodie Hc che ti si insinuano sotto la pelle, prendendoti a strattoni il cuore, l'anima. C'è poco da citare in quest'album. Non trovo il cuore di parlarvi delle tracce, penso che per ognuno sia diverso il modo di affrontare questa musica. Non si accettano commenti del tipo "non mi piace il genere" o "sempre la solita solfa", l'unica scusa valida sarebbe "sono una persona insensibile e perciò questa roba non mi trasmette niente". La mamma ci ha insegnato a non accettare caramelle dagli sconosciuti ma i Raein sono come noi, tra di noi e qui per noi. Pochi cazzi signori. Disco della madonna, dell'asinello, del bue con la D maiuscola e bla, bla, bla. Chi non scarica merita di essere scaricato.

Label: Autoproduzione

Voto: ◆◆◆◆◆



0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ