martedì 4 ottobre 2011

Release The Sunbird – Come Back To Me (Recensione)

Release The Sunbird – Come Back To MeLe trasformazioni possono portare ad incarnare stranezze perdute o convinzioni piacevoli di tesori nascosti che riemergono quando meno te le aspetti, magari scansando vecchie fotografie dal tuo cuore, magari frugando nella memoria, e ti può succedere, com’è successo qui, di “pescare” con le mani in pasta Zach Schwartz dei Roughe Wave, la formazione californiana dell’indie sausalito, qui “sotto il falso nome” di Release The Sunbird e immerso nel progetto di quest’ottimo album solista “Come back to me”, flawours di tredici ganci folk-country più versati verso il soft-nu-folk che Schwartz, coadiuvato dalla voce raffinata di Kate Long, pare tirare nella rappresentazione cool di un brand fuori tempo, non come “roba vecchia da rispolverare” piuttosto come una fusione, un meltin pot retrò/alternative che lascia il segno giusto, il succhione giusto per far ricrescere la voglia di folk.

Scorre quella nostalgia di fondo delle serate del Midwest, luccicano le acustiche di chitarre, ricamano gli arpeggi looner, girano gli spiritelli di Garfunkel e SimonCome back to us”, A new song”, gli America come cherubini protettori “Paper allies”, “Running away from me”, fanno capolino i sintetizzatori pastorali giusto un assaggino “Outlook’s Anonymus” e quel dolce pistare leggero di batteria gentile e dosata “ Back strikes back”, tuttosommato un disco dalle tonalità pastello, buono da ascoltare ad occhi chiusi proprio in queste serate d’autunno, al finisterre dell’estate.

Per rimanere incantati da questo disco anche quando il suo raggio d’azione svanisce tra i coni stereo, basta ricalibrare il repeat su quella sensazione alla Fleet Foxes chiamata “Always like the sun” e “A need you” che più che una canzone pare un pillow of a dream della sostanza dell’elio, quello stupendo gas che ti fa volare in alto, nell’alto, per l’alto come una poesia piovigginosa di Drake che goccia nell’anima.

Non occorrono mazzi di parole se si vuole descrivere il bello, la personalità di questo lotto è calda e commovente, una semplicità stimolante acqua e sapone che se l’adottate farà innamorare vecchie volpi e giovani coyotes.

Voto: ◆◆◆◆
Label: Brushfire Records 2011


0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ