mercoledì 1 febbraio 2012

99 Posse - Cattivi Guagliuni (Recensione)

99 Posse - Cattivi GuagliuniCattivi Guaglioni esce il 25 ottobre 2011, prima su iTunes, sbancando agilmente, poi nei negozi.
Gli va dato atto che affronta il dibattito politico antagonista in maniera originale, fors'anche contraddittoria. La posse che ha condannato la pericolosità dei fuochi di roma, di quel 15 ottobre, riconosce pericolosa anche una pensione da 450 euro e che gridano vendetta le morti bianche. La tendenza a cedere alla retorica, unitamente, però, a qualche riuscito momento lirico e doverosi omaggi fanno pensare che i
99 Posse morti non sono, ma forse neanche troppo in salute. Autoreferenziali ma efficaci in Canto pe' dispietto, giusta l'analisi di Confusione totale, della guerra dei poveri contro i poveri, di oscuri poteri al sicuro. Se si apprezza la voce di Vittorio Arrigoni in Resto Umano, il pezzo migliore a nostro più modesto parere è Yes Weekend con la voce di Bersani che chiude, "tutte le critiche che volete, ma rispetto " non siamo qui a togliere i bordi ai toast, che diamine. Mancava un po' d'ironia al disco. In tutto ciò non è menzionata minimamente la questione musicale. E' difficile dir qualcosa, al di là di qualche buon momento hip hop e featuring sensati, alcuni pezzi ricordano inquietantemente le chitarre di jAx. Poi, fa male vedere Marxisti accanto a Caparezza.

Voto: ◆◆
Label: Artist First

2 comments:

Anonimo ha detto...

La tua uscita dove accosti Marxisti e Caparezza mi sembra fuori luogo, per il resto sono d'accordo.

Anonimo ha detto...

beh è un dato di fatto. loro sono marxisti, lui è un Caparezza.

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ