lunedì 19 marzo 2012

Vacanza - S/t (Recensione)

I Vacanza sono i Raein che hanno incontrato il demonio e hanno pensato bene di traghettare un po' di anime perdute. C'è il solito screamo accacì come piace a noi, c'è la voglia di buttar via la bile come fosse di troppo, la sofferenza che contraddistingue il genere, la totale mancanza di forma ma al contempo il desiderio di plasmare una nuova realtà nell'ascoltatore. L'esigenza di piantare anche loro uno spillo dentro la coscienza per causare quel fastidio così forte che porta inevitabilmente ad urlare, ma anche il rifiuto della realtà, mettersi le mani davanti agli occhi (con tanto di cover esplicativa) per incontrare il buio ("Adesso che tutto questo tempo mi ha preso a coltellate non sapreidove andare"). Un sette pollici che, per chi conosce il genere, non aggiunge niente di nuovo al panorama hardcore, tuttavia è pur sempre affranto al punto giusto da essere accettabile.


Non c’è altro da aggiungere, beccatevelo sul Bandcamp, così aiutate anche le balene in estinzione che piacciono tanto ai Vacanza.

"troppo presto per svegliarsi, troppotardi per riprender sonno"

Voto: ◆◆◆
Label: La Fine & Fallodischi

0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ