martedì 5 marzo 2013

Bestiame - Transumanza Express (Recensione)

Ma quanto sono brutti i Bestiame?
Così brutti da farci perdere la testa.

Senza alcun tatto e senza delicatezze, la più bella e raffinata poetica del brutto.
Appena si entra in questo mondo disagiato abbiamo un piccolo déjà vu, in quanto si riconosce la voce di Enrico Lanza, già inconfondibile nei Mapuche, che in un certo senso ci aveva già abituati a questi sillogismi squisitamente squallidi, non a caso si parla di lui come “Crudele Cantante Amaro”. Ma in questo capitolo la nuda voce di Lanza viene arricchita e rafforzata da suoni tanto cacofonici quanto mai azzeccati. Ecco che troviamo Anale alla batteria, King Korg alle tastiere, batteria e flatulenze e Pleurito al basso. Una splendida cacofonia, una bellissima bruttezza.

Ad aprire l’album “C’ho i Problemi”, manifesto dei personaggi che compongono i Bestiame. Urlare la vera condizione umana, brutta ed egoista: inutile provare ad essere diversi. Il tutto è alleggerito dai cori che rendono ancor più ridicolo il nostro sforzo all’educazione.
Si continua con la dissacrante “Nostra Signora del Letame”, eravamo a conoscenza di diverse “Nostra Signora”, ma del letame ci mancava, quasi.
Medito la tossico dipendenza, perché necessito di lucidità” cosa c’è da aggiungere a  “Piccoli Muccioli?
Piccolo interludio e veniamo immessi in un “Campo di Sterminio” e scusatemi ma credo che sia la più reale e concreta manifestazione di amore, almeno per i Bestiame.
A seguire “Chernobyl”  a cui probabilmente non ci si potrà mai abituare, una nube tossica scomoda come una, dieci, cento mille Chernobyl!
La mia Ragazza” sulla bocca di tutti ce l’hanno avuta un po’ tutti,  si avverte un po’ un sentimento si solidarietà.
Non potevano mancare un pezzo come “La Peste” e “Mi piacciono i Bambini” .
A mostrare l’anima dei Bestiame è forse il brano che riprende il nome della band.
A chiudere il loro lavoro e il loro percorso non poteva che esserci il “Mattatoio”.

Transumanza Express è stato prodotto e registrato da Giuseppe Schillaci, e c’è della folle genialità.
La cover è stata curata da Attilio Tommaselli e riprende la copertina di “Trans-europe Express” dei Kraftwerk però un po’ più animale.

Attenzione! È stata rilevata un’alta percentuale di carne equina nei Bestiame.

Voto: ◆◆◆
Label: Doremillaro


0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ