venerdì 11 aprile 2014

Majakovich - Il Primo Disco Era Meglio (Recensione)

Ed eccoci di nuovo, a buttare giù qualche riga per parlare delle band nostrane, quelle che all'improvviso irrompono e fanno il botto dentro il tuo cuore in via di implosione. I Majakovich, in uscita con la cara V4V-Records e To Lose La Track e prodotti da Tommaso Colliva, sono pronti a deliziarci gli uditi, quelli più rudi e quelli più fini con la loro nuova uscita " Il Primo Disco Era Meglio". Si tratta di un esordio a dire la verità, visto che è il primo disco interamente in italiano, e per farla molto breve, l'impatto ai primi ascolti e assolutamente devastante: " Devo far presto" e " La verità ( è che non la vuoi )" sono muri di suoni che crollano violentemente e si ricompongono in frazioni di secondi distorti e volutamente orecchiabili. Piogge di sound agrodolce in perfetto stile Ministri presente in tutto il disco senza esclusione di colpi, perfettamente mescolate a dei testi a tratti aspri e a tratti levigati di una fredda dolcezza. " Perchè Francesco Migliora" entra immediatamente tra le mie preferite insieme a " Colei che ti ingoia " e al suo ritornello che sa di dolce condanna e ricorda un pò alcuni pezzi di Wow dei Verdena ( " E tutto questo è solo per noi, e tutto questo non lo vuoi" )." Era Meglio " ci porta alla mente i migliori Foo Fighters e quando sembra che il disco possa perdere qualche colpo c'è sempre la pronta e violenta reazione come nell " Hype del cassaintegrato" o gli azzeccatissimi intercalari pop arricchite da liriche mai ostentate e sempre in tema di  " Ho già deciso". I Majakovich trasformano la violenza in cattiveria pura in grado di mimetizzarsi dietro una malinconia di suoni e di rumori, spendendo tutto nella stupenda " Una vita al mese ", altro gran pezzo che anticipa la chiusura affidata all'enigmatica linea di " Prodezze". " Il Primo disco era meglio " ma non ne siamo così sicuri, questa è certamente una delle migliori uscite di questa prima parte del 2014. I Majakovich ci regalano una perla glaciale di inestimabile valore per riscaldare i nostri futuri inverni, o rinfrescare i nostri inferni che non sono mai per forza estivi, e non è un caso che siano pronti a mandare in frantumi proprio questa primavera, una mezza stagione destinata a sparire dentro i suoi stessi fiori recisi.

L'album intero è in anteprima streaming su Rockit cliccando qui.

Voto: ◆◆◆◆◆
Label: V4V, Metrodora Tracks, To Lose La Track, Audioglobe




0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ