lunedì 14 marzo 2016

Giorgio Canali & Rossofuoco - Perle Per Porci (Recensione)

"Nel corso degli ormai tanti anni passati a cercare di vivere di musica, mi è capitato di imbattermi talvolta in realtà musicali che avrebbero meritato una ribalta che non hanno mai avuto e in canzoni altrui che invidiavo, all'epoca presentate ad una audience troppo spesso distratta, canzoni che avrei voluto aver scritto io."
Un ritorno attesissimo quello di Giorgio Canali in compagnia dei Rossofuoco, in occasione dell'uscita di Perle per porci, un'antologia di brani selezionati e arrangiati dall'artista emiliano. Nulla da dire dinanzi certe meraviglie, partiamo col citare Un giorno come tanti dei romani Mary in June e ci pensa Canali ad applicare la giusta dose di grinta, Canzone dada invece potremmo considerarla come la perla più preziosa, un omaggio al New-Wave veneto di inizio '80 dei Plasticos e forse la traccia più ricercata. Storie di ieri di Francesco De Gregori è l'ennesimo brano "rubato" per usucapione e noto anche a chi ha avuto l'occasione di poter assistere ad una sua esibizione da solista. L' incommensurabile esperienza  in svariati anni di carriera pesano come macigni ma non riescono a schiacciare le liriche crude e dalla digestione lenta. F-104, brano di Eugenio Finardi tratto da Finardi dell'81, in una versione decisamente più moderna e movimentata. Interessante l'evoluzione del disco che si avvicina molto alla resa live, il valore aggiunto ad un cantautorato che tende al punk e dotato di un forte potere comunicativo. L'unica intrusa è Luna Viola tratta da Generazioni, omaggio del 2011 al Santo Niente e quindi brano già edito ma che si sposa benissimo con il resto chiudendo in bellezza un disco all'altezza delle aspettative e straordinariamente coinvolgente.

Voto: ◆◆◆
Label: Woodworm


0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ