venerdì 6 maggio 2011

Lola's Dead - Those Who Read Between The Lines (Recensione)

I pistoiesi Lola's Dead (ex Die Feische Lola, la cui formazione è rimasta invariata nel passaggio di progetto artistico) esordiscono con questo Ep a proporci un post rock dalle tinte prog- wave che cerca di spingersi oltre il tempo e lo spazio. Soli tre brani caratterizzati da un lungo minutaggio che lasciano emergere pienamente la personalità e le caratteristiche di un progetto valido, interessante e concettualmente riuscito. "Those Who Read Between The Lines" narra della vita dell' essere umano, dalla nascita fino alla deposizione della lapide mortuaria. "Sometimes New Born Lies" apre la finestra ad un cielo stellato. Dopo l'intro debitore di certi Giardini Di Mirò, la traccia vira verso atmosfere più rilassate sulle quali il cantato pulito e piacevole si pone come guida nella notte. La seguente "Astronaut" parte già diretta ed energica con la voce a ricordare inclinazioni alla Chino Moreno. Un ottimo drumming a spingere chitarre continue fino al mezzo degli oltre 10 minuti del brano, dove gli animi si placano, nell'intermezzo che lascia crescere sensazioni e atmosfere in un'esplosione strumentale prolungata oltre modo con cambi di tempo e sonorità, fino ad una conclusione arpeggiata Marsvoltiana che funge ad introduzione della finale "Van Helsing". Quest'ultima è forse la più possente e mantiene lo stesso andamento senza grandi mutazioni. Sul finale sembra di scorgere nuovamente i Deftones più caratteristici. I Lola's Dead riescono nella grande impresa di marcare i propri tratti distintivi in appena tre tracce, condensate da ottime idee. Sonorità che, seppur non del tutto originali e debitrici di molti progetti antecedenti, appaiono sempre intriganti, atmosferiche e realmente sentite dalla band che nella via dell'autoproduzione è riuscita a piazzare una prova genuina, ricca di sostanza e dall'ottima qualità che ci lascia curiosi per il futuro a venire dei quattro pistoiesi.


Label: Autoproduzione

Voto:

0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ