giovedì 28 luglio 2011

Rival Consoles - Kid Velo (Recensione)

Ryan Lee West è un musicista della nuova generazione di musica elettronica, così come ce ne sono tanti altri. Almeno all'apparenza. C'è da dire che non mi trovo d'accordo con tutte le definizioni che sono state date a questo album nelle varie recensioni che lo hanno osannato come un lavoro complicatissimo e alla Rephlex. Altri hanno parlato di post - IDM, genere che secondo il mio parere è un catalogo che fa figo e che non esiste. Kid Velo ha molto dei Daft Punk più ispirati, cioè ormai quelli di un decennio fa, e per certi versi ne costituisce non tanto una continuazione, quanto una loro declinazione verso atmosfere più big beat. Il discorso del duo francese viene ampliato ed ottimizzato così come lo stesso duo avrebbe dovuto fare dopo un disco come Human After All, ma che non ha ancora fatto. Ed è questo il problema maggiore del disco...Rival consoles è troppo di derivazione per essere ricordato in futuro, almeno credo. Questo è anche il problema della gran parte degli artisti catalogati nel macrogenere dell'"IDM" oggi. West è un giovane talentuoso come altri, ma non ha ancora raggiunto quel grado di staccamento dalle sue influenze, e su questo c'è ancora tanto da lavorare. Dal punto di vista musicale ci sono episodi molto felici, come l'opener Kid Velo che merita un centinaio di ascolti, Amiga, Vos, Eve, queste a mio giudizio le migliori. Le sue grandi doti dovranno essere ampliate e soprattutto consolidate attraverso la produzione, altrimenti si correrà il rischio di finire come i Justice, seppur proponendo qualcosa di diverso ma sempre "alla francese" e sempre potenzialmente "di tendenza". Il guaio è che si produce un disco e si lasciano passare anni e anni, diventando dei cult per una manciata di pezzi, ma che all'atto pratico...Del resto West ha soli 25 anni, ma deve cercare la dimensione live uscendo dalla dimensione della cameretta, che accomuna molti artisti di questo tipo, questo lo migliorerà. Ci aspettiamo un nuovo disco a breve distanza. Per adesso è sulla buona strada.

Label: Erased Tapes Records
Voto:

0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ