lunedì 23 aprile 2012

Jules Not Jude – Tuesday? (Recensione)

Sono volati dalle voglie d’essere grandi ad essere un certo punto di riferimento underground per molte altre band in un batter di ciglia, i bresciani Jules Not Jude – dopo una fittissima palestra live in tutta Italia ed Europa – in attesa del loro nuovo album che vedrà luce il prossimo anno, tanto per non far raffreddare il worming del buon successo ottenuto, danno alle stampe quest’Ep, “Tuesday?”, quattro veloci tracce di passaggio, che offrono una valida testimonianza circa la nuova rotta sonora della band, quell’atterraggio mid-morbido in territori indie-wave, in quelle alternanze avvolgenti e meno psichedeliche rispetto il passato che investono un ascolto movimentato, esponenzialmente in viaggio verso lidi Embryo, 10p Invaders, Franz Ferdinand e Belle And Sebastian per un atmosferico e progressivo rinnovato talento “Tuesday?”.
Con Andrea Abeni degli Annie Hall che mette lo zampino collaborativo nella field-ballad tutta nuvole e Nik DrakeJ” parte la retrospettiva della seconda parte dell’Ep che in un battibaleno finisce la sua corsa stritolato negli ingranaggi electroclash epilettici di “Tuesday? RMX”, scossa elettronica che con la complicità degli amici Pink Holy Days chiude questo lavoretto non male per essere un progetto di transizione tra passato e futuro di questa band lombarda.
Tutto è sprint, veloce, istintivo e supersonico come un’improvvisazione esterofila ma che brilla di luce propria, accecante, già faro per le moltitudini organizzate e non dei sotterranei alternativi che stanno sotto.

Voto: ◆◆◆
Label: Dada Disco/Costello Records




0 comments:

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ