mercoledì 5 febbraio 2014

Urali - Urali (Recensione)

Scendiamo subito le carte in tavola.
Urali è il moniker, progetto estemporaneo, divertissement, one-man band o “chiamatelocomevipare” di Ivan Tonelli, deus ex machina dell’etichetta riminese Stop!Records , ovvero la casa famiglia di Girless & The Orphan, Delay House, Mary In June e una carrellata di altre band che andrebbero approfondite da tutti voi ustionati dallo schermo di un PC, se non almeno per dovere morale verso la vostra coscienza critica e musicale.
Proprio dalle desolate spiagge invernali della riviera romagnola, il mare in risacca sputa fuori questo disco solitario ricolmo di feedback e malinconia a palate in pieno volto.
Bastano una chitarra, un filotto di distorsori e un adunata di amplificatori per innalzare un piccolo muretto da spiaggia desolata su cui si attaccano, con l'indissolubile legame proteico delle cozze al proprio scoglio, questi brevi frangenti di ordinaria solitudine.
Un cerchio che si apre e chiude nel giro di otto tracce, partendo da una base acustica (“The Flux”) che abbraccia queste solitarie visioni oniriche spinte da una leggera brezza di Smashing Pumpkins da cameretta, in cui noise, accenni drone e semplici intrecci di chitarra elettrica generano onde anomale di tumulti interiori (“The War” o le minacciose pieghe Industrial di “The Farewell”), gentili armonie elettriche (“The City” e “The Place”), fino ad infrangersi contro gli immobili scogli dei ricordi (“The End Of All The Things We Knew”).
“The Town” chiude il breve, ma intenso giro in pattino, attraverso la rilettura acustica di “The City”, qui intrisa della stessa gentilezza di un sasso lanciato nel mare in tempesta.
Divertimento sì, ma tra i lidi frastagliati di Urali si gioca a nervi scoperti.

Voto: ◆◆◆◇◇
Label: Autoprodotto

Free download qui


1 comments:

Anonimo ha detto...

Ma non si capisce un cazzo! Scrivi meglio!

Posta un commento

 
© 2011-2013 Stordisco_blog Theme Design by New WP Themes | Bloggerized by Lasantha - Premiumbloggertemplates.com | Questo blog non è una testata giornalistica Ÿ